Attenzione alla “pillola Audi”. Pillola di ecstasy pericolosa per la vita in circolazione nei Paesi Bassi e nella UE

Attualmente circola una pillola di ecstasy contenente una dose molto elevata di MDMA, pericolosa per la vita. È una sorprendente pillola beige-oro allungata con il logo Audi. L’istituto specializzato Trimbos, che conduce ricerche sull’uso di droghe, Venerdì ha emesso un avvertimento speciale, il cosiddetto Red Alert. L’istituto non lo fa spesso

Nelle ultime settimane nei Paesi Bassi e nella UE sono state scoperte diverse pillole di ecstasy contenenti grandi quantità di MDMA. Le persone che prendono una pillola del genere possono morire. Si tratta di “una pillola beige-oro allungata con il logo Audi”, ha spiegato l’istituto di ricerca olandese.

Nelle ultime settimane gli acquirenti hanno fatto testare tre di queste pillole dall’istituto. Ciò è avvenuto in due centri di servizio test nella provincia del Brabante Settentrionale, al confine con il Belgio, e in un luogo nella provincia di Utrecht.

Ma Trimbos non sa quante pillole siano state prodotte in totale e dove siano state scambiate. Una pillola di ecstasy così pericolosa è stata trovata anche l’estate scorsa al festival Extrema Outdoor, allora sotto forma di una figura di “Mario Bros”. Le ricerche di laboratorio hanno dimostrato che le pillole contenevano più di 300 milligrammi del principio attivo MDMA. Secondo Trimbos, una pillola media di ecstasy contiene circa 136 milligrammi di MDMA, “e questo è già un valore elevato”.

Gli attuali 300 milligrammi rappresentano quindi una dose molto elevata. “L’ingestione di una tale quantità di MDMA può essere pericolosa per la vita. Non usate assolutamente questa pillola”, ha detto. Non si tratta di un record.

Nel 2013, Trimbos vide una pericolosa pillola di ecstasy contenente 366 milligrammi di MDMA. Per quanto ne sa Trimbos, nessuna persona si è ancora ammalata a causa delle pillole. Ma questa possibilità è reale. Una grande quantità di MDMA può portare al surriscaldamento del corpo.

“Soprattutto ai festival non si nota subito il surriscaldamento e la disidratazione. Se ti surriscaldi, devi rinfrescarti il ​​più rapidamente possibile, altrimenti organi come i reni e il fegato cedono. Se arriva troppo tardi, non puoi invertire questo processo e morirai”, avverte la coordinatrice Laura Smit-Rigter.

Secondo Smit-Rigter, rileva Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, i precedenti avvertimenti dell’istituto hanno fatto sì che “una pillola del genere scomparisse dal mercato entro un mese”. “Chiediamo alle persone che hanno fatto testare le pillole in modo anonimo di condividere i risultati anche con il proprio rivenditore, in modo che possano rimuovere le pillole dal mercato il più rapidamente possibile”, si legge.

c.s. – Sportello dei Diritti

banner

Recommended For You

About the Author: Redazione ilMetropolitano