Volo da Bangkok a Londra, passeggero molesto e violento aggredisce a pugni assistente di volo: legato dai viaggiatori

Il video spopola in rete

I passeggeri del volo Bangkok a Londra della T.A., se la sono vista davvero brutta quando un uomo ha aggredito un assistente di volo colpendolo con un pugno sul volto. I fatti si sono svolti Mercoledì 7 Febbraio ma mai si pensava di dover assistere a quanto sarebbe accaduto poco dopo. Il passeggero, un britannico di 35 anni, in uno stato di rabbia, ha iniziato a distruggere tutto ciò che aveva davanti.

In un video che circola online, si vede il 35enne prendere a pugni il membro dell’equipaggio e buttarlo a terra. “Era in bagno e ha iniziato a urlare, picchiando sulla porta, che si è staccata dai cardini. Un passeggero più anziano con una maglietta bianca ha cercato di tirarlo fuori. È scoppiata una rissa e lui ha investito l’assistente di volo.

foto di GNS

Penso che si sia rotto il naso”, ha dichiarato una passeggera di 22 anni. In un altro video, si vede l’uomo urlare mentre è legato al sedile. “Due passeggeri si sono seduti accanto a lui e lo hanno tenuto fermo. Siamo stati costretti a sopportare le sue grida. Imprecava tutto il tempo. Le persone cambiavano posto e portavano i bambini nella parte posteriore dell’aereo.

Quando siamo atterrati, la polizia è arrivata e lo ha arrestato”, ha detto un passeggero. Il 35enne è in stato di fermo, mentre è accusato di lesioni personali e di pericolo per un aereo. Ecco perché il passeggero è stato consegnato alla giustizia, all’atterraggio.

Il caso ora è nelle mani delle autorità. Tutti i membri dell’equipaggio, fortunatamente, stanno bene. T.H., intanto, sta analizzando l’incidente ed esaminando eventuali misure penali e di altra natura da adottare. Inoltre, Edelweiss segnalerà questo incidente all’Ufficio federale dell’aviazione civile. Ma episodi del genere non sono isolati, evidenzia Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”.

Secondo l’Agenzia europea per la sicurezza aerea (EASA), la sicurezza di un volo nell’UE è minacciata da passeggeri aggressivi in media ogni tre ore. Le compagnie aeree sono costrette a effettuare un atterraggio di emergenza almeno una volta al mese a causa di incidenti simili. L’eccessivo consumo di alcol in aeroporto o a bordo, così come il consumo di droghe, sono le cause più comuni di comportamenti fastidiosi.

banner

Recommended For You

About the Author: Redazione ilMetropolitano