Selargius (Ca): arrestate 2 persone per tentata estorsione e ricettazione

Nel rispetto dei diritti della persona indagata e della presunzione di innocenza, per quanto risulta allo stato, salvo ulteriori approfondimenti e in attesa del giudizio, si comunica quanto segue:

la Polizia di Stato ha arrestato due persone di origine jugoslava, un quarantaquattrenne e il figlio diciottenne, per l’ipotesi di reato di tentata estorsione e ricettazione, in concorso tra loro.

Lo scorso 19 Febbraio, l’amministratore di una ditta di trasporti denunciava, presso la Questura di Cagliari, il furto di un veicolo della società, utilizzato da un dipendente in qualità di corriere, mentre effettuava delle consegne. Quest’ultimo, attivatosi tramite i canali social per il recupero di quanto asportatogli, veniva contattato dai due soggetti in argomento per concordare la restituzione del mezzo, previo pagamento di 1200 euro, con la minaccia di ripercussioni fisiche qualora avesse avvisato le Forze dell’Ordine. Poiché lo stesso non disponeva della cifra richiesta, prendeva tempo per racimolarla, mentre i due soggetti gli davano un appuntamento per il pomeriggio del 20 Febbraio nel comune di Selargius, recandosi nel luogo concordato con il mezzo trafugato. In quel frangente venivano intercettati da un equipaggio del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Quartu Sant’Elena e accompagnati in ufficio.

A seguito delle formalità di rito, i due uomini venivano tratti in arresto per l’ipotesi di reato di tentata estorsione e ricettazione, nonché trattenuti nelle camere di sicurezza del Commissariato. Nel corso dell’udienza di convalida entrambi gli arresti sono stati convalidati, nonché disposto, nei confronti del padre, l’accompagnamento presso la Casa Circondariale di Uta mentre, nei confronti del figlio, l’obbligo di dimora presso il domicilio, con divieto di allontanamento negli orari serali e notturni.

comunicato stampa  –  fonte: https://questure.poliziadistato.it/it/Cagliari/articolo/107065d845c40672a625817295

 

banner

Recommended For You

About the Author: Redazione ilMetropolitano