Perchè ascoltare musica classica? L’invito del Maestro Alessandro Tirotta

“Una società sempre più ansiosa di prestazioni, in competizione con tutto e tutti (anche in modo brutale a volte), e un ritmo di vita scansionato in modo molesto dagli impegni di ogni genere ha portato all’assuefazione dell’orecchio. Non si ascolta più, magari si sente qualcosa ma sempre distratti dal cellulare e mai col piacere vero di rilassarsi.

Ma la musica se ascoltata nell’immersione totale ha il potere di influenzare le nostre emozioni in modo importante, può ridurre lo stress e anche calmare gli stati ansiosi (scientificamente riduce il cortisolo, l’ormone dello stress). Musica quindi per rilassarci e per sentirci meglio, e ovviamente quella più indicata: la musica classica. Grandi e piccoli vengano a frequentare il nostro Teatro e le sale da concerto per lasciare sfogo all’immaginazione e ai pensieri avvolti dal fascino della grande musica”.

L’invito alla cittadinanza tutta parte dal Maestro Alessandro Tirotta, direttore principale dell’Orchestra del Teatro Cilea che domani 25 Febbraio alle ore 18.30 presso la sala Versace darà il via alla Stagione Concertistica 2024 col sostegno del Ministero della Cultura (FUS). Un concerto sinfonico ricco di pagine importanti: Sinfonia 31 K297 di Wolfgang Amadeus Mozart della “Parigi”, a seguire il Divertimento per flauto op. 52 BV 285 di Ferruccio Busoni, solista il Maestro Alessandro Carere, si conclude con la celebre Sinfonia n° 8 in Fa op. 93 di Ludwig van Beethoven. A condurre l’Orchestra del Teatro Cilea la bacchetta internazionale e di lunga esperienza del M° Ahmed Elsaedi.

Soddisfatto il Maestro Pasquale Faucitano, presidente e primo violino dell’OTC che insieme al Maestro Tirotta prevedono un anno importante con una distribuzione di proposte musicali spalmate nell’arco di 11 mesi per dare continuità fruitiva alla città di Reggio Calabria e al suo pubblico ormai ventennale che segue il percorso Lirico e Classico dell’affermata compagine ormai prestigiosa. Dunque grandi artisti internazionali e programmi nuovi per un anno denso di cultura e perché no, di rilassamento e ascolto partecipato.

banner

Recommended For You

About the Author: Redazione ilMetropolitano