La 121° edizione dei Cento Pittori Via Margutta (Roma, 27 Aprile – 1 Maggio 2024)

Ritorna la 121° edizione della storica manifestazione d’arte dell’Associazione Cento Pittori Via Margutta, dal 27 Aprile al 1° Maggio 2024, che quest’anno avrà come tema “Intelligenza artificiale e creatività: il rapporto tra l’uomo e la macchina”.

Ogni artista dei Cento Pittori, con il proprio linguaggio artistico e la propria tecnica, realizzerà una o più opere sul tema proposto, che potranno essere ammirate dal pubblico sulle classiche e storiche strutture espositive, costituite da un cavalletto sormontato da ombrellone.

Gli artisti espositori provengono da ogni parte d’Italia, d’Europa ed alcuni fin dal Sud America, in particolare da Olanda, Bulgaria, Polonia, Ucraina e Perù. Si rinnova così il magico spettacolo della storica mostra d’arte, che diventa un forte veicolo di informazione e di condivisione.

La manifestazione sarà inaugurata il giorno 27 Aprile alle ore 17 dall’Onorevole Federico Mollicone,  Presidente della Commissione Cultura, Scienza e Istruzione della Camera dei Deputati, dal Presidente del Consiglio Regionale del Lazio Antonello Aurigemma, e dal Presidente della Commissione Patrimonio di Roma Capitale Yuri Trombetti, con la presentazione di Alberto Moioli, critico d’arte, saggista e scrittore italiano, direttore dell’Enciclopedia d’Arte Italiana Catalogo Generale Artisti dal Novecento, e la partecipazione di Tiziana Todi, titolare della Galleria Vittoria, la più antica galleria d’Arte di via Margutta.

La mostra sarà inoltre dedicata ad uno dei pittori dell’Associazione recentemente scomparso, Gaetano Lombardini, alla famiglia del quale andrà il premio onorifico alla memoria.

In occasione dell’inaugurazione saranno insigniti del premio alla carriera e di socio onorario gli artisti Lanfranco Finocchioli, Enzo Fasoli, Salvatore Nota e Longo Francesco, in arte Frans. In questa edizione sono ospitati alcuni giovani studenti dell’Accademia d’Arte di Roma di via Ripetta, evento che rappresenta un piccolo passo per l’inclusione dell’arte, l’unione di linguaggi diversi per uno scambio culturale e generazionale.

L’esposizione d’arte si svolgerà nel suggestivo scenario di via Margutta, la strada romana internazionale degli artisti, con la partecipazione di cento artisti dell’Associazione e a nuovi ospiti rigorosamente selezionati dal Direttore artistico Franco Dore, con il preciso scopo di preservare, valorizzare e promuovere il patrimonio culturale europeo e l’unione tra i popoli, con la preziosa collaborazione di tutto il Consiglio Direttivo: Barbara Berardicurti, Claudia Nardi e Paola Minissale.

Così ha dichiarato il Presidente dei Cento Pittori Luigi Salvatori:

“Intelligenza artificiale e macchine intelligenti, cosiddette macchine learning, ricoprono oggi un ruolo fondamentale nella vita delle persone, grazie allo sviluppo di sistemi sempre più avanzati e ispirati alla maniera umana di pensare, agire, risolvere e creare.

Proprio per questo, viene naturale chiedersi se sia lecito accostare il termine creatività a qualcosa di artificiale come una macchina o un software. Molti studiosi tendono a sostenere che, visti i passi da gigante compiuti in questi anni dall’intelligenza artificiale, presto saremo tutti rimpiazzati dalle macchine per ogni aspetto della nostra esistenza, compresa la creatività.

Si parla di computer con un intelletto nettamente superiore all’uomo in ogni campo di applicazione, per cui saremo sostituiti dalla macchina nello svolgimento di qualsiasi attività intellettuale. L’obiettivo della mostra è quello di sensibilizzare sia gli artisti che la cittadinanza, attraverso la rappresentazione pittorica, sugli aspetti riguardanti il rapporto tra l’uomo e la macchina, tra creatività e innovazione, tra intelligenza creativa e intelligenza artificiale”.

Mentre così si è espresso il Vicepresidente Antonio Servillo continua: “Abbiamo ritenuto di dare un significato a questa mostra in questi tempi in cui si parla sempre più incessantemente di intelligenza artificiale, parola che per molti versi incute timore e angoscia”.

La mostra ha ottenuto il patrocinio di Roma Capitale, del Consiglio Regionale del Lazio, nonché l’alto Patronage del Parlamento Europeo, e sarà visitabile dalle 10 alle 20 tutti i giorni.

banner

Recommended For You

About the Author: Redazione ilMetropolitano