La soprintendenza archivistica della Calabria nel Giorno della Memoria

In occasione del Giorno della Memoria che, il 27 gennaio di ogni anno, ricorda l’abbattimento dei cancelli di Auschwitz, la Shoah e le persecuzioni del popolo ebraico, la Soprintendenza Archivistica per la Calabria, in collaborazione con il Liceo classico “T. Campanella” di Reggio Calabria e con l’Archivio di Stato di Reggio Calabria, ripropone la mostra Dalle leggi razziali allo sbarco degli alleati. La mostra, che sarà inaugurata e allestita presso il Liceo “Campanella”, è stata curata e organizzata dalla Soprintendenza Archivistica nell’anno 2004, per il Giorno della Memoria. Quest’anno, si arricchisce del contributo dell’Archivio di Stato di Reggio Calabria ed è allestita in un luogo privilegiato come la scuola, dove, tra i giovani e per i giovani, è più facile e più giusto “conservare nel futuro dell’Italia la memoria di un tragico ed oscuro periodo della storia nel nostro Paese e in Europa, e affinché simili eventi non possano mai più accadere” (legge n.211 del 20 luglio 2000). Il percorso espositivo, racconta per immagini e documenti d’archivio, alcuni tratti significativi di vita calabrese nel corso del regime fascista, le misure disposte ai danni degli ebrei e le vicende relative alla liberazione dei 1500 internati nel campo di concentramento Ferramonti di Tarsia, in provincia di Cosenza.
La mostra, aperta per due settimane, sarà inaugurata il 27 gennaio alle ore 11, presso l’aula Magna del Liceo Classico T. Campanella alla presenza del Dirigente scolastico Maria Rosaria Rao, del Soprintendente Archivistico per la Calabria, Francesca Tripodi, del Direttore dell’Archivio di Stato di Reggio Calabria, Maria Giuseppina  Marra e dell’Assessore alla cultura della Provincia di Reggio Calabria, Edoardo Lamberti Castronuovo.

Recommended For You

About the Author: Redazione ilMetropolitano