Claudia Spinella. Dalla ginnastica ritmica alle passerelle

Ciao Claudia , benvenuta su ilmetropolitano.it , siamo lieti di chiacchierare con te oggi…

Sappiamo che sei stata una campionessa nazionale di ginnastica ritmica, uno sport che comporta molti allenamenti e sacrifici. Praticare una disciplina così dura a livello agonistico cosa ti ha “lasciato”, oltre alle soddisfazioni prettamente sportive? …

Claudia Spinella

Ciao a tutti, si sono stata una campionessa nazionale di ginnastica ritmica, sport che ho praticato a livello agonistico per ben 12 anni. Una delle cose più evidenti che mi ha lasciato a livello estetico è senz’altro il fisico piuttosto slanciato e magro, a livello emotivo invece ti aiuta molto a formare il carattere, a metterti in discussione ma soprattutto mi ha aiutata a capire che non c’è cosa più bella che lottare,sudare e sacrificarsi per raggiungere quel sogno o obiettivo che ti porti dentro da tanto tempo. Purtroppo successivamente ho avuto dei problemi di salute fortunatamente non proprio gravi e mi sono un po’ demotivata, motivo per il quale poi ho smesso di praticare questo sport. Adesso con molta soddisfazione e felicità sono già due anni che insegno ginnastica ritmica e cerco di diffondere nelle bambine la stessa passione, determinazione e gioia nel praticarla proprio come facevo io.

Il fatto che tu sia un’ex ginnasta, quindi molto coordinata nei movimenti, ti agevola nel calcare le passerelle quando sfili? Hai dovuto studiare per diventare modella oppure ti è riuscito naturale?

Diciamo che mi è sempre piaciuto mettermi al centro dell’attenzione, è bello quando ci si sente orgogliosi e sicuri di se stessi, per carità non dico di essere perfetta perché poi le insicurezze e imperfezioni ci sono sempre, ma proprio per questo 3 anni fa ho voluto cominciare un po’ per gioco un po’ per curiosità a partecipare ai concorsi di moda, vincendo sempre una fascia. Per me sfilare sulle passerelle è un modo per sentirsi liberi, per esprimere la propria personalità, ed è davvero un’esperienza da provare.

Come, è quando è stato il tuo incontro con il mondo moda?

Partecipare ai vari concorsi di moda, è anche un modo per metterti in mostra e farti conoscere da altra gente, quali non solo pubblico o visitatori della zona, ma spesso e volentieri vengono ad assistere fotografi, manager, agenti di moda ecc ecc, grazie ai quali spesso se piaci emergi e ti contattano per lavorare con loro. Infatti adesso continuando anche a partecipare ad alcuni concorsi di moda che più mi piacciono e mi rispecchiano, spesso lavoro come Hostess, modella e fotomodella.

Il concorso di bellezza che ti ha lasciato il ricordo più bello , sei la miss Motorissima 2013, e quello invece che ti ha deluso….

Non sono la Miss Motorissima 2013, ho solo vinto una delle provinciali che si è svolta alla nuova fiera di roma, c’è ancora tanta strada da fare per poter vincere

Ho fatto molti concorsi nella mia vita e che continuerò a fare, ma devo dire che ognuno di essi mi ha lasciato un qualcosa dentro, quindi non saprei farne emergere uno in particolare. Uno dei più importanti a cui ho partecipato e a cui sto partecipando nuovamente è Miss Italia, dove l’anno scorso sono arrivata alla fase regionale ma dove poi mi sono anche fermata. Però dell’esperienza di Miss Italia ho un ricordo particolarmente positivo dato che sempre l’anno scorso in tutta Roma siamo state scelte solo 15 ragazze tra cui io per fare la Conferenza Stampa al Campidoglio.

Qualche curiosità riguardo la tua vita privata: Hobby,amore,divertimenti come concili tutto questo con la professione che man mano ti prenderà sempre più tempo?

In effetti svolgo una vita piuttosto frenetica, poiché la maggior parte dei pomeriggi li trascorro ad insegnare ginnastica ritmica, quando ho qualche oretta per me scappo in palestra, bisogna sempre tenersi in forma altrimenti il fisico fa quello che vuole, e cerco anche di trovare del tempo per me e per il mio ragazzo che è una delle mie prime priorità, ovviamente non manca del tempo anche per le mie amiche “BELLONS” scusate ma è un soprannome che ci siamo date. La moda non è la mia professione di tutti i giorni, ma sicuramente spesso e volentieri cerco di mantenermi qualche lavoretto in quell’ambito in modo tale da non staccarmene mai, o almeno fin quando il fisico regge. Sarebbe bello a quaranta anni poter ancora sfilare, ma non credo sia il mio caso, quindi finchè si può perché no!!

Un obiettivo che ti sei posta a breve ed un sogno nel cassetto?

Claudia Spinella

Obiettivo? No, non ne ho uno in particolare poiché sono una persona che richiede tanto da se stessa e quindi per me è come se ogni giorno avessi un obiettivo da portare avanti. Direi che sono piena di obiettivi di qualsiasi genere, ma quello più comune che penso sia un po’ di tutti è di potermi realizzare a livello familiare e non tra molto tempo.. Ho sempre lavorato con i bambini da quando ho 16 anni, prima come animatrice ai centri estivi, poi ho lavorato presso una ludoteca, nel frattempo insieme ad una mia collega svolgevo feste di compleanno per bambini, baby sitter e fino all’anno scorso ho lavorato per un anno la mattina in un asilo nido privato e nel pomeriggio insegnavo già ritmica, esperienza davvero bella che rifarei assolutamente, vedere quelle mini creature farsi i dispetti, ridere per cose inutili ed insensate, piangere solo perché vengono allontanati dalla mamma è davvero una cosa che mi rallegra il cuore e allo stesso tempo rattristisce,ma purtroppo le retribuzioni nell’asilo nido non sono pari al lavoro svolto e per questo ho lasciato, io amo i bambini e tutto ciò che li circonda, quindi direi che se l’uomo c’è, il lavoro altrettanto, perché non…. Nonostante i miei 22 anni compiuti proprio da poco, sono una ragazza molto antica, credo nei valori di una volta e credo nell’amore, quello vero! Purtroppo o per fortuna a livello sentimentale ho avuto molte, moltissime esperienze, sia positive che negative, l’ultima è stata più che negativa, ma allo stesso tempo mi ha insegnato molto, non bisogna mai mettere avanti la vita degli altri piuttosto che la tua, noi e la nostra felicità veniamo prima di tutti!! Adesso sono tornata a sorridere con il mio nuovo ragazzo Jacopo. Siccome non si può mai dire nulla nella vita perché tutto può sempre succedere posso solo dire che spero che vada tutto bene e che io ce la metterò tutta, speriamo sia la volta buona!! Grazie a tutti vi mando un saluto enorme Claudia.

Grazie a te,  e a presto!

Recommended For You

About the Author: Annalisa Brivio