Dichiarazione di Luigi Incarnato (P.S.I.) sulla visita del Premier Renzi in Calabria

PSI
PSI

Salutiamo positivamente la venuta in Calabria del Presidente del Consiglio dei Ministri Matteo Renzi che, da poco insediato, ha deciso di venire a testimoniare al Sud una Battaglia di legalità ed un interessamento al nostro territorio.

Siamo convinti che ci aiuterà a combattere questa battaglia a favore dei Calabresi, per sconfiggere la Delinquenza, la corruzione e l’illegalità diffusa; presupposto essenziale per avviare una profonda trasformazione.

Certo , se lo Stato avvia una battaglia e i Calabresi non sono pronti a combatterla è solo un tentativo destinato a fallire.

Anche i Partiti, di ogni schieramento, devono fare la loro parte, a partire dal garantire una pulizia morale ed eliminare chi si è reso protagonista di corruzione e chi di ha inteso fare uso delle istituzioni per personali arricchimenti.

La nostra Regione deve reagire e ricercare una fiducia perduta, eliminare un giudizio negativo che per molti aspetti non è pregiudizievole ma anzi confermato dall’insipienza e dall’incapacità del Governo e di taluni rappresentanti che non creano le condizioni per attrarre investimenti ed insediamenti produttivi.

Con un vero progetto di cambiamento, di sviluppo, di crescita, facendo prevalere un Etica Pubblica possiamo rivendicare al paese e quindi anche al presidente del Consiglio, pari opportunità e sostegno concreto.

Fino a quando i Soldi in Calabria sono privi di una strategia d’investimento e non impiegati all’interno di un contesto di sviluppo o che addirittura non vengono nemmeno spesi, ogni aiuto, ogni sostegno, risulterebbe inutile.

Una Calabria Fanalino di coda ma anche capofila del Mediterraneo, Povera ma piena di opportunità.

Io penso che noi dobbiamo utilizzare questa fase a contribuire a realizzare una svolta che non può più attendere.

A Renzi, Segretario del PD ed al suo Segretario regionale, Magorno, chiediamo di adoperarsi per guidare questo progetto, schierandoci dalla Parte della Calabria buona, concentrandoci su scelte di contenuti ed evitare l’appiattimento su vecchie logiche, e metodi che non ha dato risultati negli ultimi 5 anni.

Siamo stati ripiegati e vittime della clientela e dello sfruttamento dei bisogni, figlie spesso delle ambizioni di singoli carrierismi rinunciando all’esaltazione dei valori.

Cambiamento , innovazione, idee nuove, non rivolti a falsi modelli gestionali ed amministrativi, di cui la Calabria è sempre stata vittima.

Uomini e donne capaci, liberi da condizionamenti, senza rassegnarsi ad affidare i nostri destini a chi non ha compreso il cambiamento o a chi non ha dato esempi di cultura politica nella gestione della cosa pubblica.

Auguri al Presidente del Consiglio e grazie per essere venuto in Calabria.

Noi, guidati dall’ottimismo, se daremo prova di capacità, come ci disse Prodi nel 2006: FARE DA SE MA NON DA SOLI, siamo sicuri di avere da parte di questo Governo Nazionale il sostegno ai nostri progetti; dopo tanti anni di maltrattamenti dalle destre e da Berlusconi che ci ha tolto sogni e speranze oltre a soldi veri, già pronti per essere cantierizzati, per opere strategiche.

Il Segretario Regionale

Luigi Incarnato

Recommended For You

About the Author: Redazione ilMetropolitano