Annamaria Milici intervista Rosalba Barcella

Rosalba Barcella nasce a Reggio Calabria il 13.06.1946. Ultima di otto figli inizia presto ad affinare la tecnica del silenzio e dell’ascolto mentre i suoi occhi cercano di focalizzare le sfumature più nascoste del mondo che la circonda. Frequenta il Liceo Scientifico “Leonardo Da Vinci”dove l’universo femminile della fanciullezza si fonde con quello maschile della gioventù e l’amicizia e l’amore fonte di gioie e dolori iniziano a parlare con la voce del suo cuore e l’inchiostro della sua penna. Alla frequenza universitaria aggiunge l’impegno sociale grazie alla sua entrata in Fuci e quello culturale tramite il Club 1,alla cui fondazione contribuì assieme ad amici e che le permise di conoscere tra gli altri la poetessa G. Trisolini e lo scrittore F.Seminara. Nel febbraio ’72 mentre già insegna tedesco da due anni,si laurea in Lingue e letterature straniere alla facoltà di Magistero di Messina. E’ in questi anni che raggiunge la piena maturità interiore e trova una certa consapevolezza di sé;ma è solo molto più tardi che incomincerà a mettersi alla prova facendo pubblicare qualche racconto sul “Corriere di Reggio” partecipando ad alcuni concorsi nazionali di poesia e narrativa che hanno gratificato i suoi scritti con coppe e targhe. Questa è la sintesi della biografia che si legge sul retro della copertina del suo libro,una raccolta di poesie intitolata : “Come nuvole vanno”. E sono le stesse sensazioni che a pelle questa persona speciale trasmette a chi le sta accanto. All’inizio un po’ schiva e timidamente riservata ha accolto la nostra telecamera e la nostra presenza in casa, poi con confidenza e rapimento ha raccontato la sua vita e aperto parte del suo mondo e se le parole avessero catturato quanto le si leggeva negli occhi sicuramente sarebbe stato stupendo ascoltare quei silenzi a cui tanto è affezionata. La poesia è andata a cercarla,perché vivere per i poeti è catturare gli attimi, e gli attimi della sua vita son stati davvero intensi. Dalle sue poesie e soprattutto dai suoi racconti si percepisce l’amore per i ricordi,per la sua città, per il mare  e per le persone a cui ha voluto bene e a cui vuole bene. La sue poesie oltre che raccolte nel suo libro,possono essere lette insieme ai racconti sul suo sito: www.rosalbabarcella.net. Passioni di vita anche le fotografie. Tramonti, fiori, paesaggi e mare, luna e stelle hanno ispirato non solo la sua penna ma anche la pellicola! E quando si spengono le parole, e le immagini sbiadiscono,anche la musica ha un posto da protagonista nella sua vita. Che dire di più, “Poesia: parole che girano in tondo e a tratti s’incontrano,unendosi in canto,….parole sospese che tornano in volo,se l’animo tace in ammirato abbandono,e pago è il poeta ignaro,stupito scrivendole in dono”(Rosalba Barcella).

Annamaria Milici

Recommended For You

About the Author: Redazione ilMetropolitano