Non si poteva fare di più

Le opposizioni UDC e PD chiedono a gran voce le dimissioni di Silvio Berlusconi, indicando nel premier la causa principale del fallimento della politica italiana. Ma Alfano serra la file del partito delle Libertà e chiede a tutti i sostenitori  del PDL di mantenere coerenza e non cadere in contraddizioni interne che potrebbero solo favorire le critiche della sinistra. Il terzo polo, per voce di uno dei suoi leader, Gianfranco Fini, chiede anch’esso le dimissione del premier. Berlusconi, sottolinea il Presidente della Camera, anche se non responsabile direttamente del momento economicamente difficile della nazione, non sarebbe in grado con i provvedimenti del suo governo, di venir fuori dalla crisi economica. Secondo Fini, il Presidente del Consiglio sarebbe troppo impegnato nella sua crociata contro la magistratura e non avrebbe tempo di dedicarsi al paese. A questa serie di critiche risponde  in maniera indiretta lo stesso Silvio Berlusconi, indicando come eccezionale il lavoro svolto sino adesso riguardo la manovra fiscale. Il decreto legge italiano ha ottenuto l’approvazione di tutti le istituzioni economiche europee  ed è stato varato in tempo record. L’Italia ha raggiunto il pareggio del bilancio l’ultima volta nel 1876, questo rende l’idea di quanti anni il nostro paese abbia vissuto indebitandosi per vivere al di sopra dei propri mezzi, governato da uomini politici cialtroni ed irresponsabili . Oggi la manovra fiscale, che sicuramente  richiederà un sacrificio ulteriore agli italiani,  consentirà al nostro Paese, l’inizio di un “cammino”che condurrà la nostra nazione verso il pareggio del bilancio e la rinascita economica.

Fabrizio Pace

Recommended For You

About the Author: Fabrizio Pace

Fabrizio Pace is a journalist, editor and CEO of www.ilmetropolitano.it. He has been a web designer and web master since 2000, the year in which he obtained the qualification, after having attended a master of dedicated studies. Fabrizio Pace has been a professional basketball player for over 20 years