Piano invernale : Insufficienza di personale qualificato e insufficienza di mezzi adeguati - Ilmetropolitano.it

Piano invernale : Insufficienza di personale qualificato e insufficienza di mezzi adeguati

sigle AnasIl manifestarsi di condizioni meteo a carattere temporalesco/nevoso fanno emergere con maggiore evidenza le carenze sugli aspetti strutturali dell’Anas che ancora persistono sull’intero territorio calabrese. Il maltempo si sta affacciando in Calabria così come nel resto del paese ed è probabile che le nevicate e le formazioni di ghiaccio causino gravi disagi per gli utenti. Le scriventi OO.SS. ormai da qualche tempo stanno analizzando queste situazioni e hanno già proposto soluzioni. Abbiamo altresì aperto tavoli di trattativa con la direzione Anas per portare a soluzione in tempi rapidi quanto serve. I lavoratori Anas sono allarmati per i ritardi accumulati sia sull’A3 che sulla viabilità ordinaria. Siamo costretti, vista la ristrettezza dei tempi, a metterci in allarme. La situazione attuale è caratterizzata da insufficienza di personale qualificato e insufficienza di mezzi adeguati. La proposta, portata avanti unitariamente, è stata in primis di impiegare gli attuali lavoratori part-time (trasformandone il contratto a full time in maniera definitiva) e poiché ciò non sarebbe comunque del tutto risolutivo, si è proposto di estendere la base occupazionale attingendo forza lavoro a carattere stagionale e territoriale. Tale rapporto di lavoro consentirebbe un’adeguata garanzia dei servizi necessari così come previsto dalle norme vigenti e in modo particolare quelle sulla sicurezza.

Difatti, in caso di emergenza che va al di là dei casi ordinari, non potrà essere garantito il servizio neve nelle 24 ore. Non vogliamo interventi che avvengano dopo eventuali disastri ma riteniamo che bisogna essere pronti ad ogni evenienza. I lavoratori si assumono ogni responsabilità rispetto ai compiti che sono stati loro assegnati e nonostante l’impegno profuso, in caso di abbondanti piogge e nevicate, non sono nelle condizioni di agire come sarebbe giusto. Alla Regione Calabria, alle Provincie e ai Comuni chiediamo di incontrarci per far sì che ognuno, per i propri compiti d’istituto, possa offrire il massimo delle proprie risorse. È opportuno, a nostro avviso, mettere in campo una strategia che aggreghi gli interessi di tutti i territori.Siamo in attesa di un concreto incontro con la dirigenza Anas per verificare le nostre proposte. Le scriventi Sigle sindacali nel pensare ad una pianificazione adeguata per la stagione invernale, ritengono che bisogna definire in maniera ordinaria le azioni di prevenzione. Ritengono altresì che si deve ricondurre l’emergenza alla possibile ordinarietà. Tanto, potrà contribuire a ristabilire una adeguata sicurezza della circolazione stradale, ai lavoratori stessi ed un adeguato servizio all’utenza ed alla mobilità.

FILT CGIL  CALABRIA                              UGL SNALA                             FAST                                                                   SADA

Francesco Fazzolari                              Vincenzo Verbicaro                 Antonio Guido                             Tonino Simonelli

Recommended For You

About the Author: Redazione ilMetropolitano