Reggio alla sala Calipari: “Lavoro, legalità e giustizia per la libertà di stampa”

calipari2Si può essere giornalisti libero in un paese dove esiste la querela? L’importante è che la verità venga raccontata. Si è discusso di “Lavoro, legalità e giustizia per la libertà di stampa” al corso di formazione per i giornalisti calabresi nell’ambito della XXIII Giornata mondiale della libertà di stampa. Stamane, nell’aula Calipari del consiglio regionale della Calabria, erano presenti Nicola Irto, presidente Consiglio regionale Calabria; Giuseppe Raffa, presidente Provincia di Reggio Calabria, Giuseppe Falcomatà (sindaco di Reggio Calabria), Claudio Sammartino (prefetto); Giuseppe Soluri (Presidente Ordine dei Giornalisti della Calabria). Hanno relazionato Giuseppe Giulietti (Presidente Fnsi), Nicola Gratteri (Procuratore aggiunto Reggio Calabria e Presidente Commissione per nuove normative antimafie), Giuseppe Gulletta (vicepresidente Inpgi); Raffaele Lorusso (Segretario Generale FNSI), Marco Minniti (Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio), Carlo Parisi (Segretario generale aggiunto Fnsi e segretario Sindacato gionalisti della Calabria, Giancarlo Tartaglia (Direttore Fnsi). Per il primo cittadino “La politica – evidenzia il primo cittadino nel suo intervento – ha il dovere di interrogarsi su questa che deve rappresentare una vera e propria emergenza. L’informazione è un diritto di ogni cittadino. E se vogliamo tutelare il diritto dei cittadini dobbiamo saper difendere i diritti degli operatori dell’informazione, che con grande impegno e passione raccontano quotidianamente l’anima profonda della nostra terra». Per Carlo Parisi “Il sindacato calabrese ha raggiunto un risultato di 1402 iscritti,  dopo Lazio e Lombardia, siamo i terzi del Paese. Un risultato che riguarda le iscrizioni. Ricordiamo che l’adesione è volontaria. Un risultato visto da due angolazioni: l’assistenza ai colleghi da un lato e lo stato di bisogno e le esigenza di difesa in una Regione dove non è difficile scrivere piuttosto farsi pagare. Il giornalismo non è un hobby, è una professione che va pagata. Se si lavora gratis significa che il messaggio è stato inviato”. Nel pomeriggio “Il sangue dei giornalisti per la ricerca delal verità”, con Pino Toscano (Coordinatore Gruppo Cronisti Calabria), Alessandro Galimberti (Presidente UNCI), Francesco Votano (Giunta Esecutiva Unci), parenti giornalisti vittime della mafia, Michele Albanese (consigliere nazionale Fnsi delegato alla legalità).

Conferenza Giornalisti libertà di stampa

Recommended For You

About the Author: M1