L’Italia vince la Trentino Basket Cup 2017. Battuti i Paesi Bassi 66-57

Gli Azzurri vincono per la quinta volta la Trentino Basket Cup . Italia-Paesi Bassi 66-57 . MVP Marco Belinelli. Domani il trasferimento a Cagliari

Italia-Paesi Bassi 66-57 (16-14, 14-19, 17-20, 19-13)

Italia: Hackett 3 (1/2, 0/2), Della Valle 8 (1/2 da tre), Belinelli 14 (4/8, 1/6), Filloy 3 (1/5 da tre), Biligha 7 (3/4), Vitali 7 (1/1, 1/1), Gallinari 5 (1/1, 1/1), Melli 2 (1/1, 0/2), Cervi 1 (0/4), Abass 5 (1/3, 1/2), Burns 5 (1/4, 1/3), Datome 6 (0/4, 2/5). All: Messina

Paesi Bassi: Franke 11 (2/2, 2/8), Bouwknecht 2 (1/1, 0/1), Williams 9 (2/3, 1/4), W. de Jong 13 (4/7, 1/5), Van der Mars 7 (3/5), R. Schaftenaar 3 (1/3 da tre), Oudendag (0/3), Voorn 2 (1/1, 0/3), Kok 4 (2/3), Slagter 6 (0/1, 2/4). All: Van Helfteren

Note. Tiri da due Ita 13/32, PB 15/26; Tiri da tre Ita 9/29, PB 7/28; Tiri liberi Ita 13/24, PB 6/11. Rimbalzi Ita 46, PB 29. Assist Ita 14, PB 12. Arbitri: Sahin, Seghetti, Vicino

Trento. L’Italia ha vinto la Trentino Basket Cup 2017 battendo i Paesi Bassi per 66-57. Miglior marcatore è stato Marco Belinelli con 14 punti. Il n.3 Azzurro è stato premiato MVP del Torneo. Quinto successo in sei edizioni nella manifestazione che apre l’estate della Nazionale (bilancio di 20 vittorie e una sconfitta). Fuori per rotazione Pietro Aradori, Filippo Baldi Rossi, Andrea Cinciarini, Marco Cusin e Stefano Tonut. “Una gara come questa – ha detto il CT Messina – era la cosa migliore che potesse capitarci. E’ stata una partita ruvida contro avversari che ci hanno messo le mani addosso. Abbiamo fatto molti errori e ci siamo innervositi come nel caso di Gallinari, che ha reagito ed è stato espulso. In difesa abbiamo chiaro cosa dobbiamo fare ma in attacco, soprattutto sotto pressione, dobbiamo giocare con più passaggi e meno palleggi. Vedo da parte di tutti un grande impegno. I nuovi hanno fatto cose buone e meno buone e stanno tutti impegnandosi per entrare nei dodici. Ora ci spostiamo a Cagliari e li tireremo un po’ le fila del nostro lavoro”. Cronaca. Coach Messina conferma il quintetto con cui era cominciata la semifinale contro la Bielorussia: Hackett, Belinelli, Gallinari, Melli e Cervi. L’abbrivio di gara è tutto degli Orange Lions, con il break del 7-0 che apre l’incontro. Impegnata la prossima settimana nella prima gara del girone delle pre-qualificazioni al Mondiale 2019 contro l’Austria (nel raggruppamento anche l’Albania), l’Olanda mette tanta intensità in entrambe le fasi, e a metà quarto d’apertura si trova avanti 11-5 con la schiacciata di Kok. Le triple di Della Valle e Burns e il canestro di Biligha (per lui i primi due punti azzurri) ci riavvicinano, e la bomba di Belinelli vale il primo vantaggio Italia (16-14 al primo riposo).  Biligha ancora ben in partita in avvio di secondo periodo. Il classe ’90 segna 3 punti di fila per il 19-14. Incontrata e battuta negli ultimi due match disputati proprio nelle edizioni 2014 e 2015 del torneo di Trento, la squadra di coach Van Helfteren è ben presente alla gara con la tripla di Williams e i canestri di Van der Mars (21-19 Italia a 5’ dall’intervallo lungo). Sale allora in cattedra Gallinari, autore di bomba e schiacciata per il 26-19. A due minuti dalla fine del secondo periodo però, lo stesso Gallinari è protagonista di un ruvido alterco sotto canestro con Kok che porta gli arbitri ad espellere entrambi dalla gara. La temperatura nervosa delle due squadre subisce un picco, e la sirena di metà incontro seda gli animi sul 30-24 Italia.  L’Olanda comincia con veemenza il terzo quarto, e Worthy de Jong in penetrazione firma il 34-34. Il pareggio scuote gli Azzurri, che rimettono margine con il parziale di 13-3 (47-37). Non è l’allungo giusto, e a dimostrarlo sono le due triple consecutive di Slagter per il 47-44 all’ultimo riposo. La tripla di Schaftenaar (47-47) è l’incipit del quarto conclusivo di una partita davvero tosta. Nel momento clou sono Vitali, Datome e un Belinelli da 6 punti nel quarto a griffare il nuovo vantaggio Azzurro. L’Olanda non molla mai, ma gli Azzurri hanno tanta, troppa voglia di vincere il torneo. Finisce 66-57 un test vero, contro una squadra più avanti nella preparazione e con un atteggiamento già da competizione ufficiale.

Nella finale per il terzo posto la Bielorussia ha sconfitto l’Ucraina, priva del centro Kyrilo Fesenko, con il punteggio di 77-74.

I 18 a disposizione di coach Messina – compreso Davide Pascolo – osserveranno due giorni di riposo prima di trasferirsi a Cagliari per la seconda parte del raduno, che inizierà ufficialmente il 2 agosto per terminare il 13 dello stesso mese. Nelle due settimane in terra sarda sono in programma un’ amichevole contro la Nigeria (6 agosto), e un torneo con gli stessi Campioni d’Africa, la Finlandia e la Turchia (11-12-13 agosto).

Finale 3°/4° posto

Ucraina – Bielorussia 74-77 (13-11, 22-20, 23-25, 16-21)

Ucraina: Pustozvonov 11 (2/3, 2/3), Otverchenko 10 (1/4, 2/2), Lypovyy 11 (1/3, 1/1), Korniyenko 4 (2/4, 0/1), Bobrov 1 (0/1, 0/2), Zaytsev 10 (1/2, 2/3), Kravtsov 8 (3/5, 0/1), Pustovyi 5 (1/2, 1/2), Koniev 6 (2/4, 0/2), Cholii ne, Konate 4 (2/3, 0/1), Mishula 4 (0/2, 0/5) . All: Murzin

Bielorussia: Tatur 2 (1/1, 0/1), Korzh 4 (1/3, 0/1), Vabishchevich (0/2, 0/1), Sitnik (0/2 da tre), Kudrautsau 14 (1/2, 2/6), Salash ne, Meshcharakou 11 (5/6, 0/2), Parakhouski 5 (2/7), Liutych 24 (7/9, 2/6), Beliankou, Paliashchuk 8 (3/6, 0/1), Ovsepyan 2 (1/2), Semianiuk 7 (3/6), Vashkevich ne. All: Krutsikau

Arbitri: Baldini, Paglialunga, Quarta

I risultati della Trentino Basket Cup 2017

Sabato 29 luglio

Paesi Bassi – Ucraina 70-65

Italia – Bielorussia 96-36

Domenica 30 luglio

Finale 3°-4° posto Ucraina-Bielorussia 74-77

Finale 1°-2° posto Italia-Paesi Bassi 66-57

Classifica

  1. Italia 4

  2. Paesi Bassi 2

  3. Bielorussia 2

  4. Ucraina 0

Ufficio Stampa Fip

Recommended For You

About the Author: Redazione ilMetropolitano