Modena. In città per saccheggiare appartamenti, arrestato ladro seriale albanese - Ilmetropolitano.it

Modena. In città per saccheggiare appartamenti, arrestato ladro seriale albanese

La Polizia di Stato mette a segno un altro importante arresto nel giro di pochi giorni. Questa volta si tratta di un cittadino albanese pluripregiudicato di 25 anni, ladro seriale specializzato nella commissione di furti in abitazione. Nella tarda serata di sabato 8 dicembre, un funzionario della Questura di Modena libero dal servizio, transitando in via Araldi a bordo della propria auto, ha notato a distanza un uomo, con una piccola ricetrasmittente in mano, uscire da un cortile e salire su un’automobile sopraggiunta ad alta velocità. Insospettitosi, ha deciso di seguirli fornendo in tempo reale aggiornamenti sui loro spostamenti alla Centrale Operativa così che la Volante ha potuto da lì a poco intercettare i presunti malviventi in via Vignolese.

Gli agenti li hanno quindi bloccati posizionandosi davanti alla loro autovettura in modo tale da impedirgli di ripartire. A quel punto, non potendo riprendere la marcia, i due sono scesi dall’automobile scappando in direzioni opposte. Dopo un breve inseguimento, l’albanese è stato bloccato all’interno del parchetto prospiciente la “Casa dello Studente”. Durante la fuga, il 25enne ha cercato di disfarsi della ricetrasmittente.

La perquisizione sulla sua persona estesa al veicolo ha dato esito positivo: sono stati – infatti – rinvenuti nelle tasche del giubbotto e all’interno dell’autovettura, oltre ad un paio di guanti e ad una torcia, vari monili in oro con pietre preziose, diversi orologi, un tagliacapelli, quattro paia di scarpe firmate ed un salvadanaio.

Da un sopralluogo presso il palazzo dove era stato intercettato il ladro, gli agenti hanno potuto constatare che la finestra della cucina dell’appartamento al primo piano era stata divelta e tutti i locali erano completamente a soqquadro. La refurtiva, appartenente in parte al proprietario dell’appartamento di via Araldi ed in parte ad una signora che nel pomeriggio aveva denunciato un furto ai danni della propria abitazione, è stata riconsegnata ai legittimi proprietari.

L’albanese, che lo scorso luglio era stato espulso coattivamente con accompagnamento alla frontiera e divieto di reingresso in Italia per tre anni ad opera di personale della Questura di Torino, era con molta probabilità rientrato in Italia cambiando provincia per mettere a segno nuovi furti. Trattenuto presso le camere di sicurezza della locale Questura, come disposto dal Magistrato di turno, sarà processato questa mattina con rito direttissimo.

 

fonte  —  http://questure.poliziadistato.it/Modena/articolo/11985c0e55bda6ab9848446773

Recommended For You

About the Author: Redazione ilMetropolitano