San Valentino, non solo business - Ilmetropolitano.it

San Valentino, non solo business

In molti oramai, identificano la celebre festa degli innamorati con un giornata fatta di cene, regali, week-end romantici, cioccolatini, fiori e chi più ne ha più ne metta…sicuramente si, San valentino, è un’occasione in più, per festeggiare l’amore e per trascorrere una serata diversa. Ma parecchi non sanno, che  questa festa affonda le sue radici nella storia. Non esistono documenti ufficiali, ma tracce, che ne testimoniamo la sua esistenza a partire dal V secolo; avrebbe infatti sostituito la festività pagana dei Lupercalia, celebrata in onore della fertilità della terra e degli uomini e dunque come spesso accade, rito cristiano e festa pagana si incontrano. Riguardo le origini del Santo invece, sembra sia stato il primo ad unire in matrimonio un pagano e una donna cristiana, per questo assumerà le vesti di protettore degli innamorati; egli diventato vescovo a soli 17 anni, dopo essersi convertito al cristianesimo, fu perseguitato fino alla decapitazione, che sembra sia avvenuta proprio il 14 Febbraio del 273. Per i più sognatori, riguardo la festa degli innamorati, si raccontano anche molte leggende in fatti di cuore, dei veri e propri miracoli d’amore. La storia più moderna, ci porta invece in Francia, dove si narra di biglietti scritti da Carlo Duca D’Orleans, durante la sua prigionia a Londra, fino ad arrivare alla visione della festa come business. E tutto questo non poteva giungere sino a noi, se non dall’America, patria degli affari, a metà Ottocento infatti,  dagli Stati Uniti “Valentine” assume la sua veste “economica”. Queste, le varie facce della festa degli innamorati, a ognuno di noi poi, la libera scelta su come vivere questa giornata: come tutte le altre,  come un’occasione in più per le coppie di dirsi “Ti amo” e non sole per queste,  ma anche per celebrare l’amore verso i figli, di questi ultimi verso i genitori, l’amore per il proprio cane, verso i propri amici, per la vita…insomma l’amore a 360°.

S.P.

Recommended For You

About the Author: Sonia Polimeni