Reggio Calabria. ZTL, più che snellire e rilassare hanno solo causato ingorghi e nervosismo

E’ il primo “bilancio” in relazione alle ZTL stabilite dalla sagace Amministrazione Comunale di Reggio Calabria. Solitamente le Zone a Traffico Limitato servono a rendere più vivibile determinate zone, nel caso specifico i reggini ancora si domandano il motivo della creazione di questo provvedimento ad hoc. A leggere i social, i reggini non hanno apprezzato quanto disposto dal Sindaco Giuseppe Falcomatà e compagni. Così come le segnalazioni pervenuteci in redazione arricchite da foto e video, dimostrano forse che si sarebbe dovuto studiare di più questo provvedimento. Un esempio su tutti i residenti di una “deserta” (non vi era gente a passeggio) via Tommaso Campanella dove Sabato sera si è creata una fila di autobus interminabile che pare non riuscissero transitare. In pratica parti di strade di comunicazione principali trasformate in isole pedonali con la conseguenza che il traffico delle auto e dei mezzi più ingombranti si è riversato in vie del tutto inappropriate a smistare il transito ed il parcheggio di così tanti veicoli. Sarebbe stata auspicabile anche un piccolo studio sui percorsi alternativi da consigliare e forse la presenza di personale in assistenza a chi si è trovato le strade sbarrate senza sapere poi dove andare. Troppa “improvvisazione” questo lamenta la gente! In più, capolavoro all’interno dell’ideona, pare sia apparsa la possibilità da parte dei commercianti di occupare parte del suolo pubblico in questione, (le strade) con tavolini e sedie… insomma una specie di “Festa Patronale” semi permanente che potrebbe dare il colpo di grazia all’estate dei reggini alla ricerca di relax. Sarebbe opportuno che chi di dovere ascoltasse l’urlo di disperazione di chi vive quotidianamente quelle strade al fine di modificare in tutto o in parte la decisione sulle ZTL in città. I problemi sono tanti e svariati a Reggio Calabria, forse quello meno “pesante” era il traffico notturno, crearne uno ad hoc è autolesionistico però sicuramente molto ma molto originale.

 

FMP

banner

Recommended For You

About the Author: Fabrizio Pace

Fabrizio Pace is a journalist, editor of www.ilmetropolitano.it.