Dazi. Ecco le contromosse del consorzio del parmigiano reggiano

Varati aumento produzione ‘esentasse’ e promozioni straordinarie

(DIRE) Reggio Emilia, 14 Ott. – Una “franchigia” sulla produzione (che potra’ dunque superare di un 3% esentato dalla contribuzione il tetto previsto) e una nuova campagna di comunicazione (in onda da domenica 3 novembre) accompagnata da una serie di promozioni straordinarie. Sono le misure approvate oggi a Parma dall’assemblea dei consorziati del Parmigiano Reggiano varati come “contromossa” ai dazi Usa, i cui impatti si paleseranno dal 18 ottobre. Il mercato del Parmigiano Reggiano, e’ emerso dalla riunione, si trova comunque in una situazione di sostanziale equilibrio nonostante la quotazione del prodotto alla produzione abbia sfondato il tetto storico degli 11 euro al chilo (stagionatura 12 mesi) e il conseguente aumento di prezzo per i consumatori.
L’export continua infatti a galoppare con un +4,5% nel primo semestre 2019 rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, per un totale di 1,4 milioni di forme che saranno esportate a fine anno. Frenano invece le vendite nella grande distribuzione organizzata: il dato comparato di agosto con lo stesso mese del 2018 evidenzia un calo delle vendite a volume del 5% in Italia, imputabile essenzialmente ad un aumento del prezzo sullo scaffale. Attraverso le promozioni straordinarie in programma nell’ultimo trimestre 2019 si punta a stimolare la domanda per allocare sul mercato altre 30.000 forme di Parmigiano Reggiano.
“L’unica variabile in grado di incidere sulla situazione di mercato attuale sono i dazi. Seguiremo con attenzione la trattativa tra Unione Europea e Usa affinche’ il nostro comparto non si trovi a pagare una bolletta veramente insensata”, afferma il presidente del Consorzio Parmigiano Reggiano Nicola Bertinelli. Dai nuovi interventi “ci aspettiamo di assorbire il colpo di Trump e di stabilizzare la filiera”, aggiunge Bertinelli. Intanto il Consiglio comunale di Reggio Emilia ha approvato oggi all’unanimita’ l’ampliamento, e la sistemazione delle aree limitrofe, della ditta Montanari & Gruzza spa, a Villa Gaida, richiesti dalla stessa azienda, che opera nel settore lattiero-caseario e si occupa tra l’altro di stagionatura, confezionamento e commercializzazione di formaggi duri, tra cui il parmigiano.
(Cai/Dire) 18:22 14-10-19

Recommended For You

About the Author: PrM 1