Gattonero Onlus, Daniela Gironda: “Ennesima situazione di degrado causata dal mancato ritiro dei rifiuti”

Riceviamo e pubblichiamo

Gentile Direttore,
sono Daniela Gironda, presidente dell’associazione animalista Il Gattonero-Onlus che da circa un decennio si occupa della cattura e sterilizzazione di gatti randagi sul territorio reggino. Al momento accudiamo 18 colonie feline da noi regolarmente registrate ed ospitiamo presso la nostra struttura oltre 200 gatti salvati da gravi situazioni di degrado, abbandono ed abuso, tutti sterilizzati ed in attesa di adozione.
Le scrivo per segnalare l’ennesima situazione di degrado causata dal mancato ritiro dei rifiuti da noi regolarmente differenziati ed esposti come previsto dal regolamento per la raccolta porta a porta. La cosa non ci sorprende, poichè la città intera è sepolta dai rifiuti ed è evidente che la raccolta così impostata non funziona. Sappiamo bene di non essere i soli a lamentarci, ovunque andiamo vediamo cumuli di rifiuti abbandonati a se stessi. Le stesse colonie feline che curiamo sono discariche a cielo aperto. Tuttavia finora abbiamo sopportato i disservizi augurandoci che la situazione migliorasse, e ci siamo limitati a sollecitare la raccolta scrivendo sulla pagina Facebook “DifferenziamoLa”. Ormai conosciamo a memoria la procedura ufficiosa. Dopo diversi solleciti e qualche settimana di attesa finalmente il camion arriva anche da noi. Ultimamente però la situazione si è fatta insopportabile. Da mesi tolleriamo una raccolta sempre più rarefatta e lacunosa. Nei mesi estivi abbiamo sopportato di vedere i nostri rifiuti trascurati per settimane dai camion della raccolta, con enorme disagio per gli effluvi pestilenziali ovviamente prodotti dai rifiuti abbandonati per giorni e giorni sotto il sole cocente e grave rischio per la salute di noi umani e degli animali di cui ci prendiamo cura.
Siamo cittadini e contribuenti al pari degli altri e gradiremmo che il servizio porta a porta, che era stato presentato alla cittadinanza come una soluzione innovativa ed ecologica al problema, venisse svolto nei termini previsti, altrimenti che senso ha chiamarla raccolta porta-a-porta se poi davanti a certe porte non si passa mai?
Adesso siamo arrivati al record delle assenze. L’ultima raccolta è stata effettuata il 23 ottobre scorso, esattamente 40 giorni fa.
Caro Direttore, non pensa anche Lei che 40 giorni di intervallo fra una raccolta e l’altra siano intollerabili? O forse siamo noi cittadini ad essere troppo esigenti?
Abbiamo segnalato diverse volte fino a questa mattina e siamo in attesa di risposte, ma davvero la situazione è al limite del ridicolo. Ci asteniamo dal chiamare Striscia la Notizia perchè teniamo ancora al buon nome della nostra città ma davvero ci chiediamo se i nostri amministratori siano in grado di amministrare Reggio o se il compito sia troppo gravoso per loro. Ci chiediamo anche se gli amministratori girino bendati per la città per non vedere le montagne di rifiuti ovunque.
Noi del Gattonero-Onlus abbiamo un sogno, vedere i nostri rifiuti ritirati con la stessa tempestività con cui noi provvediamo a differenziarli. Attendiamo fiduciosi che il camion arrivi.
Grazie per l’attenzione,

Daniela Gironda

Il Gattonero ONLUS

Recommended For You

About the Author: PrM 1