Dipartimento di Agraria, presentata oggi la nuova offerta formativa tra conferme e innovazioni - Ilmetropolitano.it

Dipartimento di Agraria, presentata oggi la nuova offerta formativa tra conferme e innovazioni

Questa mattina si è svolta, via web, la videoconferenza stampa di presentazione dell’offerta formativa dei servizi agli studenti del Dipartimento di Agraria, dell’Università Mediterranea di Reggio di Calabria. Il primo ad intervenire, il rettore Marcello Zimbone che ha voluto subito sottolineare che gli sbocchi di tale facoltà sono assolutamente al passo coi tempi e decisamente proiettate al futuro e nonostante i mesi difficili che abbiamo attraversato, Agraria non si è fermata, continuando a fornire, seppur in maniera diversa, servizi agli studenti, trasformando quindi, le criticità incontrate in opportunità e garantendo che a Settembre si potranno riprendere le attività e dunque le lezioni, in sicurezza, secondo i nuovi protocolli ministeriali. La parola è passata poi al professore Giuseppe Zimbalatti, che dopo aver fatto il punto della situazione di questo complesso anno, e dopo aver ribadito che il Dipartimento di Agraria è orgogliosamente al secondo posto nella graduatoria Censis dei piccoli atenei migliori d’Italia, ha esposto le nuove proposte formative, sottolineando che il tutto, è frutto di un unico motto che fa da padrone alle innumerevoli attività del Dipartimento: “Noi amiamo la nostra terra”, che dimostra un attaccamento a Reggio, alla Calabria e la voglia quindi, di creare nuove opportunità per i giovani sul nostro territorio, anche per il futuro. I corsi di laurea che offre l’Ateneo sono 3: Scienze e Tecnologie Agrarie,  che consente nel suo corso sia triennale che magistrale, di acquisire le conoscenze delle tecniche di coltivazione, di allevamento, di utilizzazione e trasformazione dei prodotti della terra, coniugando la qualità delle produzioni con la tutela dei sistemi agricoli e forestali, dell’ambiente e della salute dell’uomo; Scienze Forestali e Ambientali (triennale e magistrale) , che ha come oggetto di studio, gli ecosistemi forestali e la multi-funzionalità del bosco, l’analisi delle tecnologie per la valorizzazione sostenibile delle risorse e la pianificazioni di azioni e interventi di tutela e salvaguardia del territorio e del paesaggio rurale e infine Scienze e Tecnologie Alimentari, sia triennale che magistrale, che consente di acquisire una visione olistica delle attività e delle problematiche legate alla produzione ed al consumo dei prodotti alimentari, per garantirne sicurezza, qualità e igiene e per conciliare economia ed etica nella loro produzione, conservazione, trasformazione e distribuzione. Infatti, l’importa novità, per il secondo anno consecutivo, del Dipartimento, è stata l’introduzione del corso in Gastronomia e Ristorazione, settore molto importante per lo sviluppo socio-economico del territorio, dunque “l’obiettivo del corso è – ha affermato il professore Zimbalatti – formare un tecnologo alimentare che sappia interfacciarsi con temi molti importanti come la nutrizione, l’alimentazione e la salute umana”. Oltre ai corsi di laurea, l’ateneo offre master e corsi di alta formazione, dottorati di ricerca, attività di orientamento, tutorato, tirocinio, erasmus e mette a disposizione degli iscritti persino una palestra, una biblioteca, delle residenze e un centro medico. Agraria non è dunque, solo offerta formativa, ma una struttura completa al servizio degli studenti, che la rende assolutamente un fiore all’occhiello per la nostra Reggio e per tutta la Calabria.

Sonia Polimeni

Recommended For You

About the Author: Sonia Polimeni