Brasile: clima di diffidenza tra il nuovo governo e le forze armate

Luiz Inácio Lula da Silva, da poco è diventato il nuovo Presidente del Brasile, con il suo arrivo molte cose sono cambiate all’interno delle forze armate brasiliane. Altri 13 soldati sono stati licenziati, tutti loro lavoravano al gabinetto. Settimana scorsa aveva accusato alcuni militari di essere complici all’attacco alle sedi del Parlamento, del palazzo presidenziale di Planalto e della Corte suprema, tra gli indagati c’è anche  l’ex segretario della pubblica sicurezza di Brasilia, in custodia cautelare da Sabato.

Lula dovrebbe incontrare i vertici delle forze armate nella giornata di domani, all’incontro ci saranno le figure più importanti delle forze armate: i comandanti di Esercito, Marina e Aeronautica. Qualche giorno fa il neo ministro della difesa, José Múcio, ha pranzato con i vertici militari per cercare non di creare ulteriori divergenze, tra il nuovo governo e le forze armate (Fonte: ansa.it).

AO

banner

Recommended For You

About the Author: Pr3