L’elefantino rosa con gli occhi azzurri è stato filmato mentre giocava per la prima volta!

Avvistare un elefante albino rosa è abbastanza raro. Tuttavia, non se ne mai stato visto giocarlo con i membri della sua famiglia

Un elefantino rosa è stato avvistato mentre giocava con altri giovani animali nel Kruger National Park in Sudafrica. Cos’ha di speciale? Gli animali che sembrano diversi sono in realtà esclusi dai loro pari. Ma questo giovane albino sembra essere pienamente accettato nella comunità degli elefanti  e mostra agli altri piccoli chi è più forte nel tiro alla fune del tronco.

Quando pensi agli animali albini, probabilmente pensi principalmente a un animale bianco con gli occhi rossi. Ma gli albini hanno un aspetto completamente diverso quando si tratta di elefanti: sono rosa e hanno gli occhi azzurri. E c’è qualcos’altro di speciale negli animali selvatici africani.

Mentre gli albini di solito hanno difficoltà nel regno animale, i video e le immagini attuali del Parco Nazionale Kruger in Sudafrica mostrano un elefantino rosa che gioca felicemente con altri giovani animali. L’adorabile giovane maschio di 1 anno è stato filmato mentre giocava nel Kruger National Park in Sudafrica.

Gli elefanti sono tipicamente grigi, ma questo piccolo giovane, che appartiene al genere Loxodonta , ha la pelle rosa e il pelo chiaro, a causa di una condizione ereditaria chiamata albinismo, una malattia genetica che blocca la produzione di una molecola chiamata melanina responsabile della pigmento negli occhi, nei capelli e nella pelle.

La rara condizione “si verifica solo una volta ogni 10.000 nascite” di mammiferi selvatici, ha detto in una e-mail a WordsSideKick.com Theo Potgieter, un operatore di safari che ha catturato l’immagine del giovane elefante. L’albinismo è una condizione rara perché è recessivo e si presenta solo quando entrambi i genitori portano il gene mutato e lo trasmettono alla prole.

La mancanza di pigmento interrompe lo sviluppo degli occhi, il che può influenzare la capacità di un animale di procurarsi il cibo o di rintracciare e cacciare con successo le prede. L’assenza di pelliccia, scaglie o pelle colorata, nel frattempo, significa che spesso perdono la capacità di mimetizzarsi con l’ambiente, rendendo più difficile nascondersi dai predatori o dalle prede.

Inoltre, precedenti ricerche sui pesci gatto hanno indicato che gli animali con albinismo sono talvolta ostracizzati da membri della stessa specie, il che può portare gli individui ad avere un’esistenza solitaria. Tuttavia, rileva Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, nello stesso parco nazionale, Potgieter ha già osservato l’albinismo in un cucciolo di elefante e ha affermato che entrambi i giovani erano apparentemente pienamente accettati nella mandria.

“In entrambi i recenti avvistamenti di due individui diversi, il resto del branco sembrava essere molto protettivo e paziente nei confronti della presenza di questi giovani individui”, ha detto Potgieter. “È sempre un privilegio poter osservare questi animali estremamente rari e speciali”, ha detto Potgieter.

banner

Recommended For You

About the Author: Redazione ilMetropolitano