Il premier Renzi: “Il Ponte sullo Stretto si farà”

“Il Ponte sullo Stretto si farà ma prima devono finire i lavori sulle strade in Sicilia e Calabria perché alcuni tratti sono indecenti”. Così, a Isoradio, il premier Matteo Renzi torna a parlare dell’imponente opera che potrebbe i destini di Calabria e Sicilia. Un’infrastruttura che era uno dei cardini dei programmi del PdL di Silvio Berlusconi per il rilancio del Sud. “Sicuramente il ponte sullo Stretto verrà fatto prima o poi. L’importante è che prima portiamo a casa i risultati di opere incompiute perché qui ci son solo quelli che pensano di arrivare e portare a casa progetti faraonici”. Ma Renzi fa di più e promette agli automobilisti: “Il 10 marzo sarò in Calabria a verificare l’apertura dell’ultima galleria, il 22 dicembre la Salerno-Reggio verrà inaugurata”. Un’altra delle sue promessa o potrà essere raggiunto il risultato epocale? Non sono incoraggianti i dati diffusi, a tal proposito, da Codacons che ha censito, solo per il 2014, 868 opere incompiute, 176 in più rispetto al 2013 con uno spreco complessivo per le casse dello Stato di 4 miliardi, 166 euro per ogni famiglia italiana. A proposito di infrastrutture il premier insiste con le priorità “Iniziamo a mettere a posto le strade di Sicilia, perchè se non riusciamo a unire Catania con Messina e Palermo di che cosa parliamo?” afferma definendo i vari “botta e risposta” sul ponte di Messina solo un “derby ideologico”. E ancora “Non ho niente contro il ponte sullo Stretto, l’importante è capire i costi e i tempi. Soprattutto, quando si farà dovrà riguardare anche i treni, perché in Italia abbiamo la struttura di alta velocità migliore al mondo. Serve mettere a posto le strade” conclude Renzi.

Gabriella Lax

Recommended For You

About the Author: M1