F1, GP Montecarlo: Ricciardo leader! Trionfa davanti a Vettel ed Hamilton. 4° Raikkonen

Chapeau Daniel! Impresa riuscita per l’australiano della Red Bull che corona come meglio non potrebbe un weekend perfetto. Quarta vittoria in carriera per Ricciardo, la seconda stagionale dopo il GP di Cina. Gara ben gestita dal team della Red Bull che porta a casa anche la rimonta di Max Verstappen, che da ultimo chiude nono. Ottima prestazione nel circuito cittadino di Montecarlo anche per le Ferrari di Sebastian Vettel e Kimi Raikkonen. Il tedesco transita alla bandiera scacchi al secondo posto con un ritardo di 7″336 secondi e con un vantaggio di 10″ su Lewis Hamilton, terzo. Piazzamento importante per il pilota del cavallino rampante che guadagna tre punti in classifica mondiale allo stesso Hamilton. Sontuosa la prova di Kimi Raikkonen. Quarto posto e tanti segnali positivi per il finlandese della Ferrari che a lunghi tratti ha anche messo pressione all’inglese della Mercedes ed allo stesso tempo difeso la posizione dal connazionale Bottas (5°). Alle spalle dei big, distaccati da circa 25″, troviamo la Force India di Ocon (6°), la ToroRosso di Gasly (7°), la Renault di Hulkenberg (8°) e la RedBull di Max Verstappen (9°). Fuori a causa di un tamponamento il beniamino di casa, Charles Leclerc. Terzo monegasco di sempre a prendere parte alla Formula 1.

La gara: partenza tranquilla con Daniel Ricciardo che mantiene la posizione da leader ai danni di Vettel e Hamilton, rispettivamente secondi e terzi anche al via. Restano nella posizione di partenza anche Raikkonen e Bottas, mentre Verstappen recupera alcune posizioni. L’olandese della RedBull, assente alle qualifiche di ieri a causa di un incidente contro le barriere a pochi minuti dal termine della terza sessione di prove libere, recupera tra il primo e l’undicesimo giro ben sei posizioni. Inizio faticoso per le due Williams di Sirotkin e Stroll, distaccate di 17″ e 20″ dopo pochi giri. Al giro n. 12 ecco il primo pit stop:  Lewis Hamilton entra ai box per cambiare l’assetto delle proprie gomme. A metà gara circa, con Ricciardo sempre in testa e con Vettel sempre ad inseguire, i giochi sembrano fatti. Il momento che avrebbe potuto cambiare le sorti si è nella mani della RedBull. Problema per la monoposto di Riccardo che accusa il colpo e rallenta vistosamente giro dopo giro, viaggiando con un tempo medio di 1’19”. Vettel ne approfitta in parte nella speranza che il problema si presenti in modalità più gravi ai danni di Ricciardo. Parentesi ansiosa che, per fortuna dell’ australiano, si chiude dopo quel minuto. Nulla di fatto dunque con Ricciardo che continua a prevedere Sebastian. Alle loro spalle entusiasmante duello tra le due Mercedes e la Ferrari di Raikkonen, con quest’ultimo chiuso a sandwich da Hamilton e Bottas. Strategia che non porta comunque i risultati sperati con Raikkonen che mantiene la quarta piazza.

Ordine di arrivo
1. RICCIARDO
2. Vettel
3. Hamilton
4. Raikkonen
5. Bottas
6. Ocon
7. Gasly
8. Hulkenberg
9. Verstappen
10. Sainz
11. Ericsson
12. Perez
13. Magnussen
14. Vandoorne +1 giro
15. Grosjean + 1giro
16. Sirtokin +1 giro
17. Stroll +2 giri
18. Leclerc OUT
19. Alonso OUT
20. Hartley OUT

Classifica piloti
1. HAMILTON 110
2. Vettel 96
3. Ricciardo 72
4. Bottas 68
5. Raikkonen 60
6. Verstappen 35
7. Alonso 32
8. Hulkenberg 26
9. Sainz 20
10. Magnussen 19
11. Gasly 18
12. Perez 17
13. Ocon 9
14. Leclerc 9
15. Vandoorne 8
16. Stroll 4
17. Ericsson 2
18. Hartley 1
19. Grosjean 0
20. Sirtokin 0

Classifica costruttori
1. MERCEDES 178
2. Ferrari 156
3. RedBull 107
4. Renault 46
5. McLaren 40
6. Force India 26
7. Toro Rosso 19
8. Haas Ferrari 19
9. Sauber Ferrari 11
10. Williams 4

A.P.

Recommended For You

About the Author: PrM 1