Imbalzano: “Obiettivo occupazione: il dramma diventa realtà per via dei licenziamenti in atto”

“Nonostante le ripetute assicurazioni fornite nei mesi scorsi dal Sindaco e recentemente anche dal Responsabile di Procedimento del Progetto “OBIETTIVO OCCUPAZIONE”, i ritardi inammissibili nella liquidazione delle mensilità ai titolari di un diritto sacrosanto ci costringono ad intervenire sull’argomento, stante la concreta preoccupazione di tantissimi giovani di essere licenziati dalle aziende e dagli studi professionali che avevano partecipato al relativo bando”. E’ quanto afferma il Consigliere Comunale del Gruppo di Forza Italia Pasquale Imbalzano, che ha da sempre seguito questa vicenda, dai contorni ormai kafkiani. “Credo che sia il venuto il momento di fare chiarezza sul Progetto stesso, atteso che già al tavolo della competente Commissione Consiliare convocato diverse volte per conoscere lo stato dell’arte, sono quasi sempre venute risposte contraddittorie alle nostre domande e a quelle dei colleghi Consiglieri Comunali. In particolare, vogliamo sapere se il Sindaco, nella qualità di Funzionario Delegato del “Decreto Reggio” abbia con cadenza annuale richiesto sempre e tempestivamente i circa 3.600.000 euro al Ministero delle Infrastrutture, destinati al finanziamento di “Obiettivo Occupazione”. E se confermato positivamente questo assunto, forte è la preoccupazione dei datori di lavoro e dei beneficiari esclusi a dicembre 2018 dall’erogazione delle somme accreditate dal MIT al Comune di Reggio per il progetto Obiettivo Occupazione, stante la perdurante incertezza rispetto ai positivi esiti della vicenda. Oltretutto, sarebbe opportuno avere conferma che le risorse eventualmente già erogate dallo stesso Dicastero non siano state utilizzate per altri fini e/o non siano state pignorate a causa di ritardati pagamenti per lavori effettuati dalle imprese interessate e finanziati con risorse della stessa Legge ”, continua Pasquale Imbalzano. “Ed inoltre, desideriamo sapere se c’è stato lo scorrimento della graduatoria previsto dal Bando originario, nell’ipotesi di ditte comunque rinunciatarie, stante l’incertezza fin qui registrata nelle competenti sedi istituzionali ed il balletto sul numero delle ditte allo stato fruitrici delle risorse del progetto”, continua ancora il Consigliere di Forza Italia Pasquale Imbalzano. “Invitiamo il Sindaco, nella sua veste, ad assumere immediate iniziative per sbloccare nei prossimi giorni una situazione che sta assumendo contorni drammatici e che sta provocando guasti insostenibili al tessuto sociale della città per licenziamenti già in atto da parte delle ditte fruitrici delle misure economiche previste”, aggiunge Pasquale Imbalzano. “Non vorremmo che le curiose e ripetute dichiarazioni del Sindaco secondo cui il Comune non ha il dovere di creare posti di lavoro – tant’è che, a differenza delle precedenti Amministrazioni che i posti di lavoro li hanno creati (eccome!) non ha ritenuto di attribuire neanche una Delega al Lavoro pur potendo attingere a fonti di finanziamento importanti- sia divenuto un alibi inammissibile per non interessarsi con la necessaria continuità di un progetto così importante come “Obiettivo Occupazione”, che tocca direttamente centinaia di famiglie, imprese e professionisti di questa città, tenuto conto dei ritardi cronici e insostenibili nei pagamenti, registrati in quattro anni da questa Amministrazione”, conclude Pasquale Imbalzano.

Recommended For You

About the Author: PrM 1