Con il cantautore italiano di The Niro chiude la Terza edizione di Derive - Ilmetropolitano.it

Con il cantautore italiano di The Niro chiude la Terza edizione di Derive

Al Castello Aragonese Lunedì 10 Agosto l’ultimo appuntamento aperto da Zaminga e con la performance due artisti Marco Labate e Cinzia Palumbo

Chiude con la terza tappa la terza edizione del Derive Festival, l’appuntamento che si è riproposto di accompagnare l’estate dei reggini. Il concerto di inizio estate con la Rhegium Jazz Orchestra alla Villa comunale, la musica dei Murnau e dei Soviet Soviet il 31 luglio al Parco di Ecolandia e, per chiudere in bellezza, sarà il Castello Aragonese ad ospitare, il prossimo 10 agosto dalle 21, il concerto del cantautore italiano The Niro (Davide Combusti), preceduto dall’esibizione del musicista reggino Zaminga. Ma non solo. Il monumento storico della città dello Stretto si animerà grazie all’arte: Marco Labate e Cinzia Palumbo che per l’occasione realizzeranno un’opera unica a due mani dal titolo “Pan-demia” che sarà appositamente scomposta in 50 parti, tanti quanti sono i posti a disposizione per l’evento, l’opera così scomposta sarà distribuita tra i partecipanti.  Per l’occasione sarà possibile visitare l’intero sito storico con il biglietto d’ingresso dei concerti per poi spostarsi all’aperto sulla terrazza del castello per ascoltare gli eventi in programma.

Il festival ideato e fortemente voluto dall’Associazione “Laboratori musicali” di Teresa Mascianà, diretto da Ettore Castagna, consulente artistico Gabriele Marcianò, direttore creativo Cinzia Palumbo, è stato realizzato grazie anche alle numerose associazioni partner del territorio ed è patrocinato dal Comune e dalla Città metropolitana di Reggio Calabria.  «Mi sta a cuore ringraziare tutti perché questo è un momento molto particolare: grazie alla sensibilità del nostro pubblico – chiarisce Mascianà – l’educazione nel sostenere gli artisti, l’attenzione nel rispettare i protocolli di sicurezza. Un pubblico così attento fa sì che un festival posso sentirsi grande. Grazie tantissimo all’assessore comunale per la valorizzazione del patrimonio culturale Irene Calabrò ed all’ufficio tecnico del suo settore per averci aiutati a pianificare tutti i protocolli di sicurezza mettendoci in condizione di realizzare lo spettacolo. Grazie a Ecolandia: è stato un festival pieno di sinergie».

Recommended For You

About the Author: PrM 1