Expo 2020 Dubai: Rahimy espone 300 oggetti d'antiquariato nel Padiglione dell'Afghanistan - Ilmetropolitano.it

Expo 2020 Dubai: Rahimy espone 300 oggetti d’antiquariato nel Padiglione dell’Afghanistan

10:41 – Il Padiglione dell’Afghanistan costruito a Expo 2020 Dubai è rimasto vuoto per molto tempo, per via della situazione politica che il Paese sta vivendo da Agosto. Il 1° Ottobre, all’apertura di Expo 2020 Dubai , il padiglione dell’Afghanistan è stato lasciato completamente vuoto, sebbene costruito, in attesa della nomina di un nuovo direttore, che è avvenuta poco dopo. Il nuovo direttore Omar Rahimy scappò dall’Afghanistan nel 1978 per le forti violenze e i combattimenti a cui il Paese era sottoposto, e da allora vive in Austria. Nonostante siano passati ormai molti anni, Rahimy continua a portare il Paese nel cuore, infatti ha continuato a lavorare come collezionista d’antiquariato come i suoi avi prima di lui. Grazie alla sua ampia conoscenza, ai suoi anni di esperienza e alla sua vasta collezione, Rahimy ha accettato di buon grado il ruolo di direttore del Padiglione. Oggi infatti è possibile ammirare i 300 pezzi di antiquariato, manufatti, tappeti, pietre, gioielli, pugnali, spade, abiti tradizionali e una collana in oro e argento del XV secolo, provenienti dalla collezione privata di Rahimy conservata in Austria che conta circa 2.600 articoli. Il Padiglione dell’Afghanistan è stato progettato e realizzato da Rahimy e da suo fratello, con l’aiuto dei figli, in appena 3 giorni. Il direttore afferma che il suo Padiglione vuole mostrare un altro volto dell’Afghanistan, quello ricco di storia e cultura, cambiando così l’immagine negativa che il Mondo ha del suo Paese Natale. (cit. AL-JAZEERA)

SM

Recommended For You

About the Author: Pr2