Zuckerberg: si scusa con gli utenti di Facebook: “abbiamo sbagliato, guardiamo avanti”

Mark Zuckerberg si è scusato con gli utenti del suo Facebook, il social network piu popolato e famoso al mondo, per la vicenda del “furto” di dati virtuali, utilizzato per fini politici (e chi sa per quali altri scopi) dalla Cambridge Analytica. “E’ stato un grande tradimento di fiducia e sono davvero dispiaciuto che ciò sia accaduto” – queste le esatte parole del CEO di Facebook dopo lo scandalo che ha causato grosse perdite al gruppo anche in borsa. Ma Zuckerberg ha garantito che già il socialnetwork si era già mosso per fermare il problema dello spionaggio industriale ma evidentemente sono stati commessi degli errori aggravati probabilmente dall’istallazione, da parte degli utenti, di applicazioni a dir poco sospette. La violazione dei profili di 50 milioni di utenti, ha provocato anche una class action alla quale dovrà far fronte il colosso di Menlo Park ma poco ci sarà da fare sul piano legale, già i legali più avveduti avvertono. Zuckerberg si prende le sue responsabilità  “abbiamo sbagliato, guardiamo avanti” e tiene a tranquillizzare gli utenti dal panico che ha invaso la rete, quasi che l’argomento non fosse mai stato dibattuto prima…. Niente di più falso è evidente che si firma un regolamento che in realtà è più una “liberatoria” nel momento in cui si accetta di utilizzare il social (così come accade su altre piattaforme). Adesso il problema si potrebbe ripresentare per le elzioni negli USA di metà mandato, dove si rinnova la fiducia alle Camere e Mark Zuckerberg ha già messo in guardia ma ha anche dichiarato che Facebook sta adottando le dovute contro misure.  “Abbiamo la responsabilità di proteggere i tuoi dati e, se non possiamo, non meritiamo di servirti. Ho lavorato per capire esattamente cosa è successo e come assicurarmi che ciò non accada di nuovo. La buona notizia è che le azioni più importanti per impedire che ciò accada di nuovo oggi abbiamo già preso anni fa. Ma abbiamo anche commesso degli errori, c’è ancora molto da fare e dobbiamo fare un passo avanti e farlo“.

 

Fabrizio Pace

Recommended For You

About the Author: Redazione ilMetropolitano