Rimini. Coltiva droga nella stanza del residence: fiutato da Ayrton in arresto 59enne

Proseguono, da parte della Polizia di Stato, i controlli finalizzati a prevenire e a contrastare fenomeni di degrado urbano, reati contro la persona ed il patrimonio, nonché lo spaccio di sostanze stupefacenti e a verificare l’osservanza da parte di cittadini stranieri del rispetto della vigente normativa inerente l’ingresso e la permanenza sul territorio nazionale.

Nella mattinata odierna, il personale delle Volanti, con l’ausilio degli equipaggi del Reparto Prevenzione Crimine di Bologna e dell’unità cinofila della Polizia di Stato di Pescara, hanno proceduto ad effettuare un controllo presso un residence di Rimini, traendo in arresto un uomo del 1964, originario della Provincia di Cuneo e residente presso un residence di Rimini per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

Durante i controlli degli avventori del residence, gli agenti hanno rintracciato all’interno della hall del residence controllato un uomo, poi arrestato, il quale controllato a mezzo banca dati presentava numerosi precedenti di Polizia anche per stupefacenti.

A destare i sospetti degli agenti è stato il forte “odore” di marijuana indosso all’uomo, “odore” che non è sfuggito neanche ad Ayrton, il cane poliziotto con il quale è stato effettuato l’accesso alla struttura. L’uomo è stato quindi sottoposto a perquisizione personale che ha dato subito esito negato, in quanto non deteneva addosso alcuna sostanza stupefacente, nonostante quell’odore.

La peculiarità della situazione però ha indotto gli agenti ad approfondire la situazione e a effettuare una perquisizione presso la camera occupata dall’uomo, sita al primo piano del residence. E i risultati non sono mancati.

Una volta entrati nella stanza, che lo stesso arrestato ha aperto con la chiave, i poliziotti hanno trovato una camera satura dello stesso “odore” avvertito sugli abiti dell’arrestato e, sparso a vista a terra sul pavimento un cesto in vimini con all’interno Marijuana per diverse centinaia di grammi, un foglio di carta forno con sopra la medesima sostanza, un bilancino di precisione sulla scrivania, due lampade riflettenti da coltivazione, due rotoli di pellicola trasparente sotto il letto, un barattolo in vetro con ulteriore sostanza stupefacente e nel locale adibito a servizi, tutto il materiale utilizzato per la coltivazione.

Gli agenti hanno inoltre rinvenuto un tubo di aspirazione d’aria in alluminio completo di motore con sbocco direttamente all’esterno della struttura. L’uomo è stato quindi condotto presso gli uffici della Questura, dove è stato tratto in arresto per possesso di droga ai fini di spaccio, reato per il quale verrà giudicato domani mattina con rito direttissimo.

fonte  — http://questure.poliziadistato.it/Rimini/articolo/13105c34494354420623760800

Recommended For You

About the Author: Redazione ilMetropolitano