10312014Headline:

Marina Day

Be Sociable, Share!

Marina Day

Il mio nome d’arte è  Marina Day , ma il mio nome vero è Marina…… :) , non avevo ragioni per  cambiarlo. Ho aggiunto un cognome inventato perchè in questo mondo è cosi che funziona. Nasco come ballerina di danza moderna che ho iniziato a praticare dall’età di nove anni , ma non essendo riuscita a sfondare nel mondo della danza , perchè diventata mamma molto giovane (all’età di venti anni), sono stata costretta a concludere la mia carriera  prima dell’inizio. Finito il mio percorso di mamma, a circa trentanni, mi sono avvicinata al mondo “a luci rosse” in punta di piedi ma ormai ci lavoro da 15 anni. Questa esperienza mi sta dando molto e mi ha cambiato parecchio, tanto da  farne una professione . Ho capito che era insita nella mia natura. Adesso faccio degli spettacoli ispirati al burlesque, questo genere mi appaga molto , mi piace essere sexy  ed avere  un legame con gli anni 50, in quanto la cultura parigina mi ha da sempre affascinato.

Marina a quanti anni hai deciso di fare la sexy star ?

Ho 40 anni compiuti , ma noi artiste non possiamo mai dire la vera età.  Perchè  un pò siamo condizionate da professione particolare.

Perchè questo lavoro?

Questo lavoro è legato alla mia natura , sono un’ esibizionista, mi piace ballare, esibirmi ,mi piace il palco , e non avendo potuto fare teatro , mi sono  “imbarcata” in questo mondo, che devo dire non mi dispiace. Certo “ci devi stare con la testa”  per  poter fare questa professione e parlo degli spettacoli e delle serate nei locali.

I tuoi parenti ed amici lo hanno saputo da te oppure lo hanno scoperto da soli? Qual’è stata la loro reazione?

Non ho mai avuto bisogno di tenere nascosto il mio lavoro, non capisco cosa ci possa essere di così strano. Ovviamente la mia famiglia e i miei figli sanno cosa faccio e non hanno nessun problema. Non sono mai voluta entrare nell’ hard-core  perchè non è la mia natura. Ho collaborato qualche volta ma niente di più …  e lo faccio tuttora e per me è una vera professione.

Fare sesso sul set è piacevole o è solo recitazione ?

Fare sesso sul set è una gran finzione non adatta a tutti pero’ molto scomoda e se non hai il carattere giusto anche imbarazzante.  Alle volte pero’ può succedere che qualcuno si lascia andare, e magari si diverte, ma da quello che ho visto io sono casi molto rari .

Il mondo dell’Hard risente della crisi economica che stiamo vivendo? Come vi proteggete nel tuo ambiente dalle malattie ,ci sono controlli?

In questo periodo è tutto cosi difficile per chi lavora nel settore films Hard la crisi si  fa sentire anche qui perchè tramite internet la gente si scarica i video abusivamente e quindi non li compra. Per quel che riguarda i controlli sanitari, posso affermare che  ci sono, ma non sono mai abbastanza.  In questo periodo bisogna anche prestare più attenzione.

Il tuo film che ti è piaciuto di più?

Il film che ho fatto come sexy star è quello di  e con Trentalance “ Scandalo on line all’ Università ” perchè con Franco c’è stata un amicizia di lavoro.

Un artista del tuo settore che prendi come esempio per la tua carriera?

L’ artista italiana , che mi è piaciuta di più è stata Moana Pozzi ma ad essere del tutto sincera non amo particolarmente il genere Hardcore.

Il tuo uomo ideale?

Il mio uomo ideale , in questa fase della mia vita dovrebbe essere sui 50 anni ,colto, alto ,intelligente, sincero ,educato e trasgressivo almeno quanto me, una persona che possa capire quello che ho fatto nella vita e perchè. Spero non sia  introvabile.

I tuoi programmi per il futuro ?

Nei miei programmi futuri c’è l’intenzione di riaprire un locale tutto mio come l’avevo a Bologna , chiuso poi a malincuore per molteplici motivi che non sto qui ad elencare. Adesso vorrei riprovare  ma , “con un altra testa”  avendo già maturato un esperienza importante alle spalle , e con tanta voglia di fare le cose nei migliori dei modi… un kiss e grazie a tutti..da Marina Day…

info@marinaday.it.    Www.marinaday.it

Donatella Pristipino

Be Sociable, Share!

Related posts:

What Next?

Related Articles