Proposta di una legge regionale sugli abusi ai minori - Ilmetropolitano.it

Proposta di una legge regionale sugli abusi ai minori

Una proposta di legge riguardante gli abusi sui minori è stata proposta dal consigliere regionale PDL Gianpaolo Chiappetta. Questa legge ha l’obiettivo dichiarato di assegnare un ruolo attivo alla Regione per sostenere, attraverso capacità e iniziative, l’infanzia e gli adolescenti colpiti da questo immane crimine.

Scorrendo i dati saltano subito all’occhio cifre allarmanti e in continuo aumento. Nel 57,6% delle segnalazioni, le vittime sono bambini al di sotto dei 10 anni. Nel 26,3%  sono comprese fra gli 11 e i 14 anni. Nel 16,1% invece dai 15 ai 18 anni. La maggior parte degli abusi come è noto, avvengono all’interno delle mura domestiche e molto spesso questo provoca la copertura degli abusi stessi attraverso il muro dell’omertà familiare.

Secondo l’esponente politico: «Si tratta di un tema delicato che spesso è lasciato solo alla cronaca ma che costituisce, nella realtà quotidiana, un fenomeno crudele e purtroppo diffuso. Ventuno anni fa la Convenzione sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza divenne il primo trattato internazionale giuridicamente vincolante nel quale si sancivano i diritti di tutti i bambini. Di recente, il Senato della Repubblica ha ratificato la convenzione internazionale di Lanzarote, inasprendo le sanzioni per i reati relativi allo sfruttamento e all’abuso sessuale su minori. Una convenzione importante che darà all’Italia un ruolo avanzato nella definizione legislativa e nelle azioni di prevenzione. In questo contesto va inquadrata la mia Proposta di Legge che mira anche a rendere la Regione Calabria protagonista di politiche attive sul terreno della tutela e della prevenzione.

Tra le indicazioni e le novità operative della legge, segnalo la promozione e il sostegno da parte della Regione di iniziative a salvaguardia dell’integrità fisica, il completo e corretto sviluppo della personalità, l’inserimento dei minori nella realtà sociale, economica ed istituzionale. L’altro pericolo arriva dalle moderne forme di comunicazione, da internet ai social network. A tale proposito la Proposta, una volta Legge, determinerà l’istituzione dell’Osservatorio Regionale sui minori. Emerge chiaramente dal contesto descritto che è necessaria una forte azione di contrasto ad opera delle famiglie, dei singoli, delle comunità locali, delle rappresentanze delle categorie sociali, con la corresponsabilità delle strutture scolastiche, educative e assistenziali e socio sanitarie. La legge intende essere ben al di là di un impegno solo formale e di principio, un passo concreto verso la definizione di un sistema regionale che, unito a quelli già esistenti, possa contribuire a una vera e propria rete di intervento e protezione a beneficio dei minori».

Salvatore Borruto

banner

Recommended For You

About the Author: Salvatore Borruto