Attenzione e responsabilità per la protezione della costa reggina

Prosegue senza sosta l’attività dell’assessorato provinciale “Difesa del suolo e salvaguardia delle coste” in vista dell’imminente stagione estiva. Il dirigente Pino Mezzatesta, su impulso del vicepresidente e assessore al ramo Giovanni Verduci, ha avviato da tempo un proficuo confronto con le Amministrazioni comunali che più di tutte, sul proprio territorio, subiscono la violenza delle mareggiate e i danni causati dal fenomeno erosivo. A tal proposito, nei giorni scorsi, Verduci ha incontrato il professore Felice Arena, responsabile scientifico della convenzione sottoscritta l’anno scorso da Provincia e Facoltà di Ingegneria dell’Università “Mediterranea” e avente ad oggetto “indagini e studi specialistici per la protezione delle coste”. Durante l’incontro si è fatto il punto sugli studi realizzati e si è deciso di presentare i risultati definitivi in un apposito convegno che si terrà nel mese di giugno e che riguarderà anche gli studi effettuati dal professore Giuseppe Mandaglio e relativi alla difesa del suolo e alla conoscenza del20130507-150101.jpg patrimonio geologico del territorio provinciale. Dopo gli interessanti e ripetuti incontri con il Segretario Generale dell’Autorità di Bacino, Salvatore Siviglia, e la dirigente del Genio Civile Opere Marittime, Franca Vampo, già in questa settimana Verduci e Mezzatesta riceveranno negli uffici di via Cuzzocrea i rappresentanti di circa quaranta amministrazioni comunali, da Monasterace a Rosarno, convocati per partecipare ad una riunione operativa su “Piano Coste – Programmazione regionale e provinciale interventi fondi CIPE – Masterplan regionale e programmazione interventi da inserire nel redigendo POR Calabria”. Agli amministratori comunali sarà chiesto di collaborare fattivamente, fornendo schede tecniche dettagliate sugli interventi di protezione e difesa costiera già realizzati negli anni passati o in corso di realizzazione. Successivamente, comunque in tempi brevi, sarà cura della Provincia assemblare tutte le informazioni ricevute e trasmettere una proposta finale all’Autorità di Bacino della Regione Calabria. “L’erosione delle coste è un fenomeno che colpisce quasi tutta la costa reggina – dichiara il vicepresidente Giovanni Verduci – Dagli incontri in calendario mercoledì e giovedì speriamo di ottenere risultati importanti in termini di collaborazione, sensibilità e capacità di guardare oltre quelle che possono essere esigenze del singolo territorio, preferendo meglio una visione d’insieme, per unità fisiografica. La collaborazione con l’Università Mediterranea rappresenta un utile strumento le cui potenzialità saranno presto rese note attraverso il seminario in programma a giugno. Inoltre – sottolinea Verduci – prestiamo molta attenzione alle negative ripercussioni turistiche conseguenza dell’erosione degli arenili. Volendo predisporre e coordinare un piano di ripascimento stagionale, abbiamo chiesto ai Comuni maggiormente colpiti di formulare richiesta di intervento, allegando una dettagliata relazione relativa ai luoghi, alla quantità di materiale sabbioso necessario e alle esigenze tecniche per la realizzazione dell’intervento. E’ ovvio – conclude il Vicepresidente – che non disponiamo al momento di ingenti somme, ma di certo faremo il possibile per proteggere il nostro litorale”.

 

 

Recommended For You

About the Author: Redazione ilMetropolitano