Viola si avvicina l’impegno di domenica a Lucca

di Giuseppe Dattola – Si avvicina per la Viola l’impegno di domenica a Lucca; tre giorni per una sfida molto importante per una squadra che vuole arrivare alla sosta per la disputa delle final six di Coppa Italia nella posizione di classifica migliore possibile. violaI successi di febbraio hanno sistemato la classifica della compagine dello stretto che, prima dell’impresa di Recanati, allarmava dirigenza e staff tecnico ma, nel momento clou della stagione, i ragazzi del presidente Muscolino hanno tirato fuori l’orgoglio con un paio di colpi di coda che li hanno rimessi in carreggiata ed adesso i giochi sono tutti da definire ed i ragazzi pensano anche a tornare in corsa per un piazzamento play-off, obiettivo non impossibile dato che le prime nove andranno in post season. Dal decimo a l tredicesimo posto sia andrà in vacanza a Maggio mentre le ultime tre retrocederanno nella categoria inferiore con Bari che ormai in Serie B da tanto tempo. Chissà quante volte i neroarancio avranno recriminato nel pensare che l’ex compagine di Monaldi ha vinto soltanto in un’occasione: nella sfida dell’andata con una Viola ancora a caccia della sua identità. Quei due punti persi hanno pesato nel cammino dei reggini anche se adesso il trend negativo in trasferta sembra essere invertito dopo le recenti buone prestazioni ma adesso serviranno altre imprese esterne in questo ultimo tratto di stagione per centrare definitivamente l’obiettivo sperato. E Lucca potrebbe essere l’ideale per continuare la scalata in classifica dato che stiamo parlando di una compagine che si esalta davanti al proprio pubblico ma che Caprari e compagni possono tranquillamente superare se continuano a mostrare i progressi delle ultime settimane. Ovviamente servirà una versione della Viola concentrata ed attenta su due lati del campo e Ponticiello sta lavorando in questo senso. Sta finendo un mese importante dopodichè ci sarà una sosta ed un tour de force dove sarà vietato sbagliare per gli alfieri neroarancio.

Recommended For You

About the Author: Redazione ilMetropolitano