Le Muse, il presidente Giuseppe Livoti invitato domenica 29 Maggio al convegno "Smaug e Fafnir" - Ilmetropolitano.it

Le Muse, il presidente Giuseppe Livoti invitato domenica 29 Maggio al convegno “Smaug e Fafnir”

Domenica al Castello Normanno Svevo di Morano Calabro Giuseppe Livoti tra i relatori al convegno

I DRAGHI E LE LORO STORIE NEL FOLKLORE, NELLA LETTERATURA E NELL’ARTE

Le museTrasferta cosentina per Le Muse ed il suo presidente Giuseppe Livoti che, in qualità di relatore è stato invitato domenica prossima, 29 maggio alle ore 17,30 in occasione del convegno presso il Castello Normanno Svevo di Morano Calabro, dal titolo “Smaug e Fafnir: i draghi e le loro storie nel folklore, nella simbologia, nella letteratura e nell’arte” organizzato con il patrocinio dell’amministrazione di Morano e del Museo Naturalistico “Il Nibbio”. L’evento organizzato dall’Ateneo Tradizionale Mediterraneo, dall’Associazione di Diritto Privato per lo studio ed approfondimento di discipline umanistiche tradizionali e la Società Tolkieniana Italiana riguarda un approfondimento sull’immagine del –drago- come archetipo di ieri ed oggi tra fantasia e realtà, ai suoi significati simbolici ed iconologici approdando ai serpenti alati ed agli esseri mostruosi nelle leggende e nel folklore. Livoti, in qualità di docente di storia dell’arte, critico e giornalista, si soffermerà sulla figura dei draghi nell’arte e nell’archeologia da come si evince in numerose storie e manufatti della provincia di Reggio Calabria oltre ad approfondire i suoi significati e significanti. Inoltre tanti illustri relatori insieme al presidente de Le Muse: dopo i saluti istituzionali del sindaco di Morano dott. Nicolò De Bartolo e della dott.ssa Antonietta Campo – accademico, relazioneranno l’avv. Giuseppe Lombardo De Luca, l’ing. Marco Galeazzi, l’avv. Davide Tarsitano e concluderà il rettore prof. Luigi Prunetti. Installazioni artistiche saranno a cura dello scultore Angelo Algieri e le letture poetiche saranno della poetessa Anna Lauria.

Recommended For You

About the Author: Redazione ilMetropolitano

Lascia un commento