Aumentati del 3,8% i reati verso gli esercizi commerciali

negozi 2I dati della ricerca Cer-Eures per Confesercenti sui reati verso gli esercizi commerciali presentata a Roma, evidenzia che dal 2008 al 2014 i reati sono aumentati del 3,8%, oltre quota 2,8 milioni. L’aumento più forte è avvenuto al Centro, con +8,9%, e al Nord Est, con+7,1%. I reati di cui sono stati scoperti gli autori sono il 18,8%, in leggera crescita sul 2010 di +0,2%. Elevato aumento anche dei reati ai danni delle imprese del commercio e del turismo, con le denunce per furti e rapine che sono cresciute del 12,6%. Boom della contraffazione con il +40,3%, incremento trainato dal Nord Est con +147,2%. Si aggiungono le oltre 12mila persone arrestate o denunciate per abusivismo e le oltre 28mila sanzionate amministrativamente. Secondo Massimo Vivoli, il presidente della Confesercenti, durante la crisi il numero di reati denunciati da cittadini e imprese in Italia è cresciuto sensibilmente, con un parziale recupero solo nel corso del 2014. Vivoli chiede “elevata priorità” per le misure atte a ridurre il grado di insicurezza fisica dei cittadini. “Non dormono sonni tranquilli i negozianti: anche oggi in Italia 308 esercizi commerciali subiranno furti e rapine” ha aggiunto e prosegue “l’obiettivo di sicurezza delle città deve diventare centrale all’interno dei programmi di utilizzo dei fondi europei, per le smart cities”.

Recommended For You

About the Author: Katia Germanò

Lascia un commento