Europei Assoluti. L’Italremo in finale con 13 barche

RACICE, 27 maggio 2017 – Dalle eliminatorie dell’Europeo assoluto di Racice approdano alle finali di domani 12 barche – la tredicesima, il quattro senza femminile (Veronica Calabrese, Ilaria Broggini, Aisha Rocek, Caterina Di Fonzo), ha disputato la finale oggi piazzandosi al 4° posto -. Eliminatorie che fermano però solo due barche azzurre: il singolo e l’otto senior. 13 specialità, sulle quindici presenti sul bacino ceco che il prossimo anno ospiterà il mondiale junior, è la consistenza della flotta sulla quale il Direttore Tecnico Francesco Cattaneo, insieme al suo staff, potrà puntare per salire sul podio. La progressione dei due giorni di gare ha visto l’ingresso in finale già da ieri di 6 barche (tre attraverso le batterie: due senza Senior maschile, doppio Senior e doppio Pesi Leggeri femminile; tre in finale diretta: quattro senza Senior femminile, due senza e quattro senza Pesi Leggeri); 2 sono arrivate in finale dai recuperi di oggi (quattro di coppia Senior maschile e due senza Senior femminile) e 5 dalle semifinali sempre di oggi: quattro senza Senior maschile; doppio Senior maschile; doppio Pesi Leggeri maschile; singolo Pesi Leggeri maschile, singolo Pesi Leggeri femminile.  Entrando nel dettaglio delle regate di oggi, valide per l’accesso in finale, dalle semifinali è arrivata la vittoria sull’Olanda del quattro senza senior maschile (Marco Di Costanzo, Giovanni Abagnale, Matteo Castaldo, Domenico Montrone) che, oltre a vincere, ha fatto registrare anche il miglior tempo di semifinale. Successo pure del doppio pesi leggeri maschile (Pietro Willy Ruta, Stefano Oppo) che ha vinto la propria semifinale davanti a Gran Bretagna, seconda, e Polonia, terza, al termine di una gara combattuta contro una Gran Bretagna decisa e agguerrita. Col secondo miglior tempo vince la semifinale anche Andrea Micheletti che porta il suo singolo pesi leggeri in finale dopo aver rintuzzato gli attacchi di Svizzera e Belgio. Terzo posto e accesso in semifinale per il doppio senior di Luca Rambaldi e Filippo Mondelli autori di una gara maiuscola contro bielorussi e svizzeri, primi e secondi, che ha alzato il livello facendo segnare, per loro, il terzo miglior tempo di semifinale. In finale anche Clara Guerra che, nel singolo pesi leggeri femminile, ha condotto la gara sempre tra le prime posizioni e solo sul finale, non appena sicura del passaggio, ha mantenuto il ritmo senza attaccare ancora per non avere problemi in prossimità del traguardo. Dai recuperi sono approdate in finale, invece, il due senza senior femminile (Ludovica Serafini, Giorgia Pelacchi), terzo dietro a Romania, prima, e Spagna, seconda, e il quattro di coppia (Romano Battisti, Andrea Panizza, Giacomo Gentili, Emanuele Fiume) che, seppur attaccato da Gran Bretagna e Estonia, non ha lasciato loro lo spazio necessario per provare ad insidiare la prima posizione. Finale di consolazione, infine, per l’ammiraglia azzurra, che ha chiuso al quinto posto. Domani, con l’inizio alle 10.33 col due senza pesi leggeri, al via le finali con le 12 barche azzurre finaliste: 10.46 singolo pesi leggeri femminile; 11.01 singolo pesi leggeri maschile; 11.16 due senza senior femminile; 11.31 due senza senior maschile; 11.46 doppio pesi leggeri maschile: 12.01 doppio pesi leggeri femminile; 12.16 quattro senza senior maschile; 12.46 quattro di coppia senior maschile; 13.03 quattro senza pesi leggeri maschile: 13.18 doppio senior femminile; 13.33 doppio senior maschile.

Nelle immagini (ph Mimmo Perna): il quattro senza senior maschile Di Costanzo, Abagnale, Castaldo, Montrone; il doppio Pesi Leggeri Ruta, Oppo; Clara Guerra

Recommended For You

About the Author: Redazione ilMetropolitano