Lecco. Poliziotti intervengono per sedare una lite: 2 arresti

Alle ore 17.00 circa del 27 Febbraio 2020, personale della Polizia di Stato – Squadra Volanti – ha proceduto all’arresto di S. M. (lecchese, classe 2000, già destinatario di provvedimento di avviso orale da parte del Questore) e B. M. (lecchese, classe 1999) per i reati di violenza e resistenza a pubblico ufficiale in concorso, oltraggio, lesioni aggravate e danneggiamento aggravato. Nello specifico, alle ore 16.40 circa, due equipaggi venivano inviati dalla Sala Operativa in via Carlo Porta a Lecco a seguito di diverse chiamate pervenute al numero unico di emergenza che segnalavano una violenta rissa in corso tra più soggetti. Giunti tempestivamente sul posto, gli operatori notavano la presenza di due giovani che con i vestiti laceri e i volti sporchi di sangue stavano ingaggiando una violenta colluttazione fra loro.

Intervenuti immediatamente per dividere i due soggetti, gli agenti venivano subito aggrediti fisicamente e verbalmente dai due individui; nello specifico, il B. M., con ripetuti spintoni e calci, cercava di allontanarli per accanirsi ancora sul S. M., il quale, di tutta risposta, dava ancor più in escandescenza. A nulla servivano i numerosi tentativi posti in essere dagli operatori per riportare la calma tra i due, tentativi puntualmente vanificati dalle grida e dagli spintoni del B. e dalle minacce di morte del S., il quale, nel proferirle, avanzava continuamente verso gli operatori con aria di sfida cercando il contatto fisico.

Proprio questi riusciva infine a colpire uno di essi sullo zigomo sinistro con un pugno e costringendo così il collega all’utilizzo dello spray al peperoncino in dotazione che consentiva agli operanti di bloccare finalmente il soggetto ormai in escandescenza e privo di ogni controllo. Ciò avveniva anche grazie all’intervento di un equipaggio della locale Polizia Ferroviaria che sopraggiungeva prontamente in ausilio. Una volta fatto salire sull’auto di servizio, il S. cominciava inoltre a dare ripetute testate al vetro divisorio e calci alle portiere posteriori e sui vetri della volante. Da accertamenti esperiti in banca dati, i due, seppur giovanissimi, risultavano altresì gravati da numerosi precedenti di Polizia per reati contro la persona e il patrimonio. In data odierna tale arresto è stato convalidato. Si è altresì svolto giudizio direttissimo a seguito del quale, su accordo delle parti, è stata applicata ad entrambi la pena di 8 mesi di reclusione.

 

fonte  — https://questure.poliziadistato.it/Lecco/articolo/12625e592ad68d1eb501320343

Recommended For You

About the Author: PrM 1