Venezuela. Arrivano le navi cisterna iraniane, nonostante gli USA

(DIRE) Roma, 25 Mag. – E’ giunta oggi nelle acque territoriali del Venezuela, Forest, la seconda delle cinque navi cisterna che l’Iran sta inviando a Caracas con l’obiettivo di sostenere la ripresa dell’industria petrolifera locale, asse portante dell’economia del Paese, debilitata dalle sanzioni imposte dagli Stati Uniti e dalla crisi provocata dalla pandemia di Covid-19.
Come nel caso della prima grande nave arrivata sabato, Fortune, anche questa imbarcazione e’ stata scortata verso le coste venezuelane da una motovedetta della Armada militar bolivariana. Secondo i governi di Iran e Venezuela, esistono ragionevoli timori che la Marina di Washington possa intervenire per impedire l’approdo delle navi. Il governo di Teheran ha inviato nei giorni scorsi anche una lettera aperta al segretario generale delle Nazioni Unite, Antonio Guterres, per denunciare presunte minacce del governo del presidente Donald Trump. La nave giunta oggi e’ carica di carburante, componenti per la raffinazioni e di personale esperto. Secondo la testata locale El Nacional, le cinque navi porteranno circa un milione e mezzo di barili di combustile alle raffinerie di Venezuela. Il settore petrolifero del Paese guidato da Nicolas Maduro sta attraversando una delle peggiori crisi della sua storia: all’origine della flessione ci sarebbero un generale indebolimento della economia di Caracas, le sanzioni americane imposte alla compagnia petrolifera statale Pdvsa e il drastico calo di domanda di greggio provocato dalla pandemia di Covid-19.
(Est/ Dire) 17:52

Recommended For You

About the Author: PrM 1