Algeria. Il movimento Hirak in piazza: "No ai militari al potere" - Ilmetropolitano.it

Algeria. Il movimento Hirak in piazza: “No ai militari al potere”

Drareni (Report): A migliaia sfilano da Algeri a Orano e Annaba

(DIRE) Roma, 5 Mar. – “Oggi ci sono stati cortei del movimento Hirak in tutta l’Algeria, migliaia di persone hanno partecipato”. Cosi’ all’agenzia Dire Khaled Drareni, giornalista e fondatore della testata Casbah Tribune, che sui social condivide le immagini dei viali principali di Algeri affollati di persone. Il cronista lavora nella capitale ma segue da lontano cio’ che avviene anche altrove, ad esempio a Orano, Annaba, Tizi Ouzou e Bejaia. “E’ il 107esimo venerdi’ di protesta dal 22 febbraio del 2019”, sottolinea Drareni, “il secondo dalla ripresa dei cortei di mobilitazione popolare del 22 febbraio scorso”. Tutte le marce “sono state molto pacifiche”, chiarisce Drareni. “Lo sono sempre: l’Hirak, il movimento popolare spontaneo nato due anni fa – che non ha ancora ne’ leader ne’ portavoce – non e’ mai stato responsabile direttamente di disordini”. E anche oggi, secondo il giornalista, “non si registrano incidenti”. Altri video che stanno circolando sui social mostrano la folla scandire slogan come “societa’ civile, non militare” oppure “Algeria libera e democratica”. Da due anni prosegue il movimento di coloro che invocano un cambiamento radicale nelle istituzioni politiche ed istituzionali, accusate di corruzione, nepotismo e appropriazione delle risorse economiche del Paese. Oltre al rinnovo dei vertici si chiede anche di garantire maggiore indipendenza per il potere esecutivo e legislativo dalle Forze armate e il rilascio di attivisti e dissidenti. Alla vigilia delle manifestazioni del 22 febbraio, il presidente della Repubblica Abdelmadjid Tebboune aveva annunciato un’amnistia per i prigionieri di coscienza, un rimpasto di governo ed elezioni legislative anticipate, ma per l’Hirak non e’ sufficiente. Il movimento ha comunicato tramite i media locali intenzione di tornare a manifestare, soprattutto dopo quasi un anno di pausa causata dalle misure di distanziamento sociale per arginare la pandemia di Covid-19. (Alf/Dire) 17:57 05-03-21

Recommended For You

About the Author: PrM 1