Pedinati dalla Squadra Mobile e trovati con arnesi da scasso divieto di ritorno nello spezzino per 3 anni a padre e figlio - Ilmetropolitano.it

Pedinati dalla Squadra Mobile e trovati con arnesi da scasso divieto di ritorno nello spezzino per 3 anni a padre e figlio

Nell’ambito dei potenziati servizi di vigilanza e prevenzione dei furti in appartamento disposti dal Questore della Spezia nel periodo di Ferragosto, quando è maggiore la probabilità che i residenti si rechino in vacanza o trascorrano la giornata nelle zone rivierasche, una pattuglia della Squadra Mobile ha individuato, nella zona delle alture sopra Pegazzano, e pedinato un’autovettura sospetta, una Skoda Yeti, che, nelle ore precedenti, era stata inquadrata da telecamere di videosorveglianza cittadina con a bordo i medesimi soggetti, ma con targa differente.

Sul mezzo, due uomini, padre e figlio rispettivamente di 41 e 23 anni, cittadini italiani di origine sinti residenti a Genova, entrambi “pendolari del furto”, in quanto con numerosi precedenti proprio per furti in abitazione, commessi in diverse province ed una denuncia, risalente al maggio scorso, in quanto trovati in zona a bordo della suddetta auto con due targhe adesive contraffatte.

Gli operatori della Squadra Mobile procedevano quindi alla perquisizione del veicolo, rinvenendo nel bagagliaio guanti di gomma, ricetrasmittenti, cacciaviti, chiavi a brugola, tutti arnesi dei quali non erano in grado di giustificare il possesso. I due uomini venivano quindi denunciati a piede libero all’Autorità Giudiziaria il padre per il possesso ingiustificato di strumenti atti allo scasso ed entrambi per l’uso di targa falsa.

Il Questore Burdese ha contestualmente adottato nei loro confronti un provvedimento urgente di rimpatrio con foglio di via obbligatorio nella città di residenza, col divieto di ritorno nella nostra Provincia per tre anni nei riguardi del padre e di due anni per il figlio.

comunicato stampa – fonte: https://questure.poliziadistato.it/LaSpezia/articolo/24456119f859677ad183014922

Recommended For You

About the Author: PrM 1