New York: mascherine a causa di fumo e cenere per incendi in Canada

Il Nord Est degli USA è alle prese da giorni con una bassa qualità dell’aria, si tratta della zona maggior mente popolata dell’Stati Uniti, quasi 100 milioni di abitanti per capirci. Causa principale di questa situazione è un fitta coltre di fumo grigio persistente soprattutto nelle grosse aree urbane, prima fra tutte New York. Non si tratta del solito smog in questo caso è fumo e cenere dagli incendi divampati nel confinante Canada.

L’aria della grande mela è divenuta talmente irrespirabile che la gente ha ripreso ad utilizzare le mascherine in quanto la cenere ed il fumo, se inalate in certe quantità, potrebbero irritare le mucose della gola. Le scuole hanno sospeso le attività all’aperto per tutelare i più piccoli.

Ovviamente sono stati sconsigliati anche tutti gli sport da fare all’aperto e si sono dovuti cancellare persino tutti gli eventi previsti per la giornata mondiale della corsa. Stessa situazione, se non peggiore, sempre a causa di fumo e cenere insiste sulla metropoli di Detroit ed in altre capitali degli stati USA, Philadelphia.

In Canada la situazione è anche peggiore città come: Toronto, Montreal e Ottawa sono ancor più pesantemente colpite dagli innumerevoli incendi che distruggono la foresta del Paese, e purtroppo  la situazione che non è destinata a migliorare nel breve periodo. In base alle previsioni meteo, le condizioni atmosferiche relative al caldo ed ai venti, potrebbero peggiore nei prossimi giorni. Il governo canadese si è già mobilitato per mettere al sicure le fasce di popolazione più deboli, bambini ed anziani.

FMP

banner video

Recommended For You

About the Author: Fabrizio Pace

Fabrizio Pace è giornalista e direttore del quotidiano d’Approfondimento on line www.IlMetropolitano.it e dell’allegato magazine di tecnologia e scienza www.Youfuture.it.