Pirlo ha segnato ma senza il rigore parato da Buffon cosa sarebbe successo domenica a Genoa? - Ilmetropolitano.it

Pirlo ha segnato ma senza il rigore parato da Buffon cosa sarebbe successo domenica a Genoa?

Pirlo Buffon - JuventusQuale è il modo migliore di festeggiare l’ennesimo traguardo di una carriera eccezionale? Gigi Buffon, domenica sera, ha raggiunto il mito Dino Zoff al quinto posto della classifica all time di presenze in maglia bianconera. Ed allora  il capitano decide di farsi un regalo parando il rigore tirato da Calaiò quando il risultato era ancora fermo sullo zero a zero. La sua prodezza ha consentito alla squadra di rimanere ancora in gara ed a Pirlo di siglare la punizione capolavoro sul finire del secondo tempo. I due campioni del mondo nella rosa juventina hanno deciso dunque una sfida importantissima contro un Genoa che ha disputato una gara di grande intensità per tutti i 90 minuti. La Juve ha sofferto senza dubbio, ma si è aggrappata ai due leader sul campo di un gruppo che non muore mai e lo ha dimostrato anche domenica sera nonostante tante difficoltà ed un rosa che ha dovuto fare a meno di alcuni uomini chiave come BArzagli. Ed ecco dunque che Buffon capisce la gravità della situazione e dà sicurezza al resto della truppa di Mister Conte che ha tanti punti fermi ed una grande certezza: il suo portiere. Eppure stiamo parlando di un uomo che, soltanto quattro anni fa, precisamente nel 2010, veniva messo in dubbio tanto che alcuni”esperti” ne chiedevano la cessione non essendo più in grado, secondo loro, di fare la differenza ad alti livello. Buffon ha incassato il colpo, ma i campioni rispondono sul campo ed il capitano ha superato qualche problema fisico e si è ripreso il possesso della porta bianconera  diventando uno degli artifici principali dei successi dell’era Conte.Buffon ,Zoff  Prossimo obiettivo: mantenere la porta inviolata a Firenze ed aspettare una prodezza di qualche suo compagno di squadra nel retourn match di Europa League; poi festeggiare il terzo scudetto consecutivo con magari coppa europea annessa ed essere protagonista di nuovo con la maglia azzurra ai mondiale in Brasile del prossimo Giugno. Impossibile ottenere tutto questo? Il superman del calcio italiano questa parola non la conosce…

Recommended For You

About the Author: Redazione ilMetropolitano