World Cup Maschile – Quinta vittoria azzurra a spese dell’Iran (3-0)

ITALIA-IRAN 3-0 (25-19, 25-23, 25-21)

ITALIA: Giannelli 2, Juantorena 20, Buti 1, Zaytsev 27, Lanza 7, Piano 2, Colaci (L), Sottile, Antonov, Anzani 1, Non entrati: Vettori, Sabbi, Rossini (L), Massari. All. Blengini.

IRAN: Ebadipour 6, Ghafour 9, Gholami 5, Mirzajanpour 1, Mousavi 13, Marouf, Marandi (L), Ghaemi 7, Mahdavi 5, Mahmoudi 1, Non entrati: Faezi, Alizadeh (L), Senobar, Manavinezhad. All. Kovac.

ARBITRI: Macias (Mex) e Ilkiw (Can).

Durata set: 27’, 33’, 36’.

Italia: bs 11, a 4, m 4, e 6.

Iran: bs 7, a 4, m 11, e 8.

azzurri volleyOsaka. L’Italia è tornata in campo ed ha colto la quinta vittoria della sua World Cup. Contro il temuto Iran gli azzurri si sono imposti con un netto 3-0 al termine di una gara molto positiva in attacco nei primi due set, leggermente complicatasi nel terzo, quando Blengini ha trovato in panchina le risorse necessarie per chiudere la partita e conquistare un successo importante per la classifica. Eccellente prova di Ivan Zaytsev e Osmany Juantorena in attacco, che hanno chiuso il match siglando 27 punti il primo e 20 il secondo, con percentuali molto significative: 67.57 l’opposto, 63.33 il martello. Merito loro, ma anche di tutta la squadra che li ha messi in condizione di chiudere al meglio le azioni. L’Italia si è schierata con la solita formazione, poi nel corso del match il ct italiano ha utilizzato Antonov al posto di Lanza, Anzani per Buti, ma soprattutto Sottile per Giannelli nel terzo set. Il giovane regista si era espresso molto bene nei primi due set, poi quando la ricezione azzurra è calata ha trovato qualche difficoltà, superata dalla squadra con l’apporto del più esperto palleggiatore. L’Iran arrivata in Giappone con il ruolo di mina vagante, ha raccolto la quarta sconfitta su sei gare della World Cup. La bella squadra che lo scorso anno aveva raggiunto le fasi finali della World League e del Mondiale, sembra essere svanita. Marouf e compagni sono naufragati davanti ad un’ottima Italia. Domani settima gara per gli azzurri alle 08.10 (diretta skysport2) contro la Tunisia. Match sulla carta semplice, ma probabilmente per questo insidioso: in un interminabile e faticoso torneo non si può dare mai nulla per scontato.

Gianlorenzo BLENGINI – “L’Iran era un avversario che temevamo, perchè sapevamo che non potevamo confidare nel fatto che loro nella prima fase avevano subito tre sconfitte. Perchè la loro qualità è molto alta, ne sono dimostrazione tutti i risultati che hanno fatto negli ultimi anni. Siamo stati molto attenti e molto umili, siamo partiti concentrati perchè qui le gare sono tutte difficili, ma questa in particolare era insidiosa. Siamo stati bravi ad iniziare bene, ma anche a stringere i denti e non perdere la pazienza nei momenti in cui ci hanno superato nel punteggio.”

Ivan ZAYTSEV – “Abbiamo giocato bene. E’ stato bello l’approccio alla partita. Abbiamo messo sotto pressione all’Iran, che era già in difficoltà, perchè non deve essere stato facile per loro giocare dopo tre sconfitte nella prima fase. Noi siamo stati bravi ad aggredirli subito e poi la partita è andata via bene.”

Daniele SOTTILE – “Sono entrato nel terzo set quando le cose si stavano mettendo un po’male, ma credo che questo sia un po’ il mio compito e di tutti i ragazzi della panchina di entrare quando ci sono delle difficoltà e di aiutare quelli che sono in campo Credo che lo stiamo facendo nel modo migliore.

 

Recommended For You

About the Author: Redazione ilMetropolitano