ONU: con il cambiamento climatico aumentano le morti

Le ultime bufere, i nubifragi e gli uragani sono tutti “figli” dei cambiamenti climatici che da qualche anno minacciano il nostro pianeta terra. Tutto ciò ha portato a un aumento di morti, le vittime sono moltiplicate. Questo rischio ben presto arriverà anche in territorio europeo. La preoccupazione sale anche per l’inquinamento atmosferico, con esso tredici persone muoiono al minuto, molti individui si sono ammalati di tumori, malattie cardiache, e ictus.

Questo è quanto si può leggere nel sunto degli esperti di clima dell’Ipcc, ossia il panel intergovernativo di esperti sul clima (ONU) che si è riunito a Ginevra : “Quasi la metà della popolazione mondiale vive in aree altamente vulnerabili ai cambiamenti climatici . Negli ultimi 10 anni il numero dei morti per siccità, nubifragi e uragani è stato 15 volte più alto, e pure l’Europa rischia. In questi 10 anni un’azione accelerata di adattamento è essenziale. Nel frattempo occorre tagliare subito le emissioni di gas serra”.

I gas serra, sono generati dalla combustioni di fonti fossili, e possono far nascere  alluvioni, tempeste, nevicate estreme, incendi, e uragani. Alla lista si aggiungono le  ondate di calore, in molte regioni del mondo, alcune terre non vedono una goccia d’acqua da mesi. In Italia i fiumi sono diminuiti, e potrebbero sparire per sempre.

Molto probabilmente la produzione agricola diminuirà a dismisura, come ricorda uno scienziato “a causa di una combinazione di caldo e siccità, si prevedono nel XXI secolo perdite sostanziali in termini di produzione agricola per la maggior parte delle aree europee” mentre il rischio di scarsità di risorse idriche nell’Europa centro-occidentale “diventa molto alto” nel caso di +3 gradi di temperatura, ma “nell’Europa meridionale il rischio è già elevato per un livello di riscaldamento globale di 1,5 gradi”.

Le precipitazioni estreme in alcune aree del vecchio continente, hanno prodotto un innalzamento del livello del mare ( a parte nella zona Scandinava) (cit: tgcom24.it).

AO

banner video

Recommended For You

About the Author: Pr3