Istat: la pressione fiscale cala al 38,5% nel primo trimestre del 2014

istatSecondo quanto rivelato dall’Istat, nel primo trimestre del 2014 si è registrata una diminuzione della pressione fiscale, che risulta pari al 38,5%, in calo di 0,3 punti percentuali rispetto all’anno precedente quando si era attestata al 38,8%. Si tratta, secondo le indagini condotte, della terza, seppur lieve, diminuzione consecutiva. Non si tratta di dati particolarmente esaltanti, ma rappresentano quantomeno un segnale, soprattutto ove si consideri l’aumento dell’Iva che, oltretutto, ha determinato una crescita delle entrate dei conti pubblici pari a +0,4%, rispetto allo stesso trimestre del 2013. Proprio in merito a quest’ultimo aspetto l’Istituto di Statistica ha specificato che “tale andamento riflette aumenti del 3,2% delle imposte indirette, trainate dalla dinamica dell’Iva, e del 4,9% delle altre entrate correnti, combinati con riduzioni del 2,0% delle imposte dirette e del 2,2% dei contributi sociali”. A ciò si aggiunga, sempre con riferimento al medesimo primo trimestre del 2014, che il rapporto deficit-Pil è risultato pari al 6,6%, in miglioramento di 0,7 punti percentuali rispetto allo stesso periodo del 2013, quando aveva toccato 7,3 punti percentuali.

Recommended For You

About the Author: Luigi Iacopino